mercoledì,Giugno 16 2021

Capitolato rifiuti, Russo: «Costa batta un colpo»

Annunciando un’interrogazione sul punto, il consigliere Pd invita il primo cittadino a «lanciare un messaggio forte e chiaro, a meno che non voglia continuare far gestire la città dalla burocrazia comunale».

Capitolato rifiuti, Russo: «Costa batta un colpo»

L’“ansia da prestazione” può fare brutti scherzi. Può portare ad esempio a procedere ad una «frettolosa inaugurazione della villa comunale» oppure ad un «capitolato sulla raccolta rifiuti concepito con troppa poca attenzione». A soffrire metaforicamente del disturbo, secondo il consigliere comunale Giovanni Russo, è la Giunta Costa.

Ma a pagarne le conseguenze sono «sempre i vibonesi». Russo, non a caso, parla di «scelte fatte senza gli opportuni accorgimenti» e viste come «una beffa per gran parte dei cittadini vibonesi, che ancora una volta si vedono costretti a pagare un servizio non effettuato. Quegli stessi cittadini – prosegue – che alla fine dell’anno scorso si sono visti recapitare in maniera insolita ben due annualità di pagamento inerente l’acqua, sulla cui potabilità e qualità nessuno vuole esprimersi». Tema sul quale Russo preannuncia la presentazione di un apposito ordine del giorno.

Tornando ai rifiuti «Vibo oggi è “invasa” dai cassonetti, a Vibo Marina sono ne sono ricomparsi a decine, dunque in direzione opposta alla raccolta porta a porta e alla differenziata (servizi previsti nel capitolato e pagati alla ditta). La città rimane sporca. Molte vie non sono mai state pulite né lo saranno in futuro».
Anche su questo tema, Russo annuncia «un’interrogazione nel consiglio del 5 febbraio per sapere quali siano stati gli indirizzi politici sul nuovo temporaneo appalto, quale sia il dirigente che ha formulato il nuovo capitolato e in funzione di quale criterio si siano scelte alcune vie lasciandone fuori molte altre».

Sul piano politico, rileva poi Russo, «pian pianino iniziamo a intuire le reali motivazioni delle dimissioni del buon Enzo De Filippis al quale da ottimo matematico qual è, evidente non tornavano i conti. Ma questa “nuova giunta” , a me sembra già vecchia e logora, preferisce cambiare gli amministratori anziché mettere mano all’apparato burocratico».

Poi, gli auspici diretti al primi cittadino. «Spero vivamente che il sindaco Costa si ravveda al più presto riguardo la politica ambientale e che intervenga in maniera decisa su chi ha redatto il capitolato. Non vorremmo che queste stesse persone in futuro percepiscano anche i premi di produttività». E, ancora, parlando direttamente a Costa, afferma: «sindaco batta un colpo, è una questione di maggiore vivibilità di equità e di decoro. Lo deve ai vibonesi, a tutti i vibonesi, perché sono certo che per lei non esistano cittadini di serie A e cittadini di serie B. Soprattutto in virtù del fatto che il costo complessivo del servizio viene ripartito su tutti senza alcuna distinzione o detrazione».

Anche perché, conclude Russo, «questa volta nessuno potrà nascondersi dietro “l’errore materiale”. Lei sindaco è chiamato a riguardo a lanciare un messaggio forte e chiaro a noi vibonesi. A meno che non voglia continuare fare programmare e gestire le scelte sulla città dalla sola burocrazia comunale».

Articoli correlati

top