Reperiti i fondi in Bilancio, l’asilo nido di Vibo non chiuderà a marzo

A garantirlo è l’assessore comunale alle Politiche sociali Maria Concetta Marrella: «Manterremo il medesimo servizio degli anni precedenti a costi inferiori»

A garantirlo è l’assessore comunale alle Politiche sociali Maria Concetta Marrella: «Manterremo il medesimo servizio degli anni precedenti a costi inferiori»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

L’asilo nido di Vibo Valentia «ha aperto i battenti in maniera puntuale e rimarrà aperto fino alla fine dell’anno scolastico». A garantirlo è l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Vibo Maria Concetta Marrella, commentando il voto favorevole da parte del consiglio comunale cittadino la variazione di Bilancio per il reperimento delle somme utili proprio all’asilo nido. «Sin dall’atto dell’insediamento, immediatamente prima del mese di agosto, mi sono attivata – riferisce l’assessore Maria Concetta Marrella -, per il reperimento delle somme utili a garantire la fruibilità del servizio fino alla chiusura dell’anno scolastico. Tanto si è reso necessario poiché al momento dell’apertura nelle casse comunali non vi erano le somme sufficienti per far sì che l’asilo operasse a pieno regime fino alla chiusura dell’anno. Il primo affidamento, infatti, prevedeva l’apertura fino al mese di marzo e, solo grazie al costante lavoro dell’amministrazione comunale, verrà garantito il servizio fino a giugno. La variazione di bilancio votata lo scorso 28 novembre dalla maggioranza consiliare che sostiene il sindaco Costa, che mi sento di ringraziare, ritengo, anche a nome di tutte le famiglie i cui figli frequentano l’asilo, ha previsto le somme necessarie per la prosecuzione della gestione. Il lavoro sinergico degli attori coinvolti ha fatto il resto, mantenendo il medesimo servizio degli anni precedenti con costi inferiori. Tale considerazione assume un rilievo ancora più pregnante se si considera che per il corrente anno è stato, a differenza degli anni precedenti, il Comune a farsi totalmente carico dei costi relativi alla struttura senza aver potuto attingere ai fondi “distrettuali”. Sono soddisfatta – conclude l’assessore -, di aver portato a termine un’importante mission affidatami dal sindaco. La soddisfazione è duplice in quanto per un verso sono felice che i nostri piccoli concittadini possano frequentare un’eccellente struttura pubblica fino alla fine dell’anno, per l’altro perché mi auguro che mantenendo le promesse fatte si possano riportare i cittadini a credere nelle istituzioni». 

Informazione pubblicitaria