martedì,Ottobre 19 2021

Regionali, Mammoliti (Pd): «Scendo di nuovo in campo per scuotere il Palazzo»

Il già segretario provinciale della Cgil di Vibo lancia la sua ricandidatura: «Dopo la precedente tornata elettorale ho continuato ad essere attento ai bisogni di categorie e territori». Ecco il suo programma

Regionali, Mammoliti (Pd): «Scendo di nuovo in campo per scuotere il Palazzo»
Raffaele Mammoliti (Pd)

«Favorire una battaglia di cambiamento nel modo di fare politica e nel modo di governare e amministrare la Regione». Con questo obiettivo Raffaele Mammoliti, già segretario provinciale della Cgil di Vibo Valentia, lancia la sua candidatura per le regionali di ottobre nel collegio Calabria centrale, nella lista del Partito democratico a sostegno di Amalia Bruni. [Continua in basso]

La ricandidatura dopo le regionali 2020

Candidato con i dem anche alle regionali di gennaio 2020, Mammoliti fu il primo tra i non eletti della sua lista, con oltre cinquemila preferenze. «Nessuno – dichiara oggi – si sarebbe aspettato gli eventi che ci hanno colpiti da un anno e mezzo a questa parte: la pandemia, ma anche la toccante conclusione del mandato di Jole Santelli. Da quella tornata elettorale la mia candidatura è risultata tra le più apprezzate. Un risultato veramente straordinario che ha premiato la responsabilità, l’Impegno militante, il modo concreto nell’affrontare problematiche di questa nostra terra difficile, sfortunata ma straordinariamente bella e piena di potenzialità e di risorse. In questi mesi ho proseguito nel mio lavoro sempre attivo, attento ai bisogni di categorie e territori sempre più abbandonate al loro destino. E ora ho deciso di ricandidarmi con un programma serio che guarda ai veri problemi della nostra regione».

Lavoro e occupazione

Occupazione, sanità, viabilità, sviluppo e costi della politica: questi i punti cardine che Mammoliti ha intenzione di perseguire con impegno e serietà. «In una terra in cui l’occupazione sembra essere molto spesso una chimera, – afferma Mammoliti – puntare a dare un nuovo impulso che porti alla creazione di posti di lavoro è un dovere inderogabile e indifferibile. Il mio impegno da sindacalista in Cgil mi ha portato ad avere una sensibilità maggiore sul tema proprio perché ho vissuto in prima persona le sofferenze della popolazione. Occupazione che va di pari passo con lo sviluppo. È necessario sostenere maggiormente le piccole e medie imprese e accedere a ogni forma di sostegno possibile come i fondi comunitari». [Continua in basso]

Dalla sanità alla viabilità

Per quanto riguarda la sanità Mammoliti non ha dubbi: «Fondamentale recidere il cordone con la gestione commissariale che non ha fatto altro che peggiorare la situazione frenando lo sviluppo e favorendo l’emigrazione sanitaria. I costi della politica – prosegue ancora Mammoliti – vanno ridotti e bisogna procedere a una equiparazione dell’indennità percepita dai consiglieri regionali a quella del sindaco della città capoluogo di Regione, prevedendo l’utilizzo dei risparmi ottenuti per il finanziamento di borse di studio a favore degli studenti». Non mento importante investire sulla viabilità, uno dei buchi neri della Calabria. «Questi sono, dunque, – conclude Mammoliti – i punti del mio programma elettorale che mi prefiggo di portare avanti allo scopo di scuotere il Palazzo, favorire il cambiamento reale, rompere incrostazioni e oligarchie che hanno corroso il sistema democratico, rattrappito il sistema politico istituzionale e strozzato lo sviluppo economico sociale e produttivo della Calabria».

Articoli correlati

top