Lega vibonese in piazza per Salvini, «Raccolte 900 firme»

Diversi i gazebo allestiti in provincia dal capoluogo a Zambrone, Nicotera, Monterosso, Briatico e Ricadi. Soddisfatto il coordinatore provinciale Piserà e i referenti comunali 

Diversi i gazebo allestiti in provincia dal capoluogo a Zambrone, Nicotera, Monterosso, Briatico e Ricadi. Soddisfatto il coordinatore provinciale Piserà e i referenti comunali 

Informazione pubblicitaria
La Lega a Santa Domenica di Ricadi
Informazione pubblicitaria

Circoli vibonesi della Lega Salvini premier in prima linea, nella giornata di ieri, per la mobilitazione nazionale che ha visto i militanti allestire dei banchetti per la raccolta di firme a sostegno del ministro dell’Interno Matteo Salvini, chiamato a rispondere davanti al Tribunale dei ministri per il reato di sequestro di persona in relazione ai fatti della nave Diciotti. Circa 900 le firme raccolte sul territorio provinciale che ha visto interessate le piazze di Vibo, Zambrone, Nicotera, Monterosso, Briatico e Ricadi. Il coordinatore provinciale Antonio Piserà mette in evidenza, a tal proposito, «l’entusiasmo delle persone e la fiducia nella Lega che ci inorgoglisce e ci permette di portare avanti le battaglie per questo territorio, vittima di disamministrazione e mala politica, esempio pratico la gestione della Provincia di Vibo Valentia negli anni scorsi, che non ha permesso di far arrivare fondi della ripartizione». Soddisfazione viene espressa anche dal coordinatore cittadino di Ricadi Roberto Incoronato che parla di «una risposta incredibile, più degli ultimi anni e di altre iniziative importanti del passato. Nel solo pomeriggio di domenica, la prima della petizione, al gazebo della Lega a Ricadi sono state raccolte oltre 120 adesioni alla petizione nata per sostenere il ministro dell’Interno, sotto accusa per l’operato nella vicenda dei migranti della nave Diciotti. Non c’è neppure il bisogno di volantinare, sono le stesse persone ad avvicinarsi al gazebo e chiedere di firmare – ha detto Incoronato – la gente vuole sostenere l’operato di Salvini, gli italiani hanno capito che c’è un gruppo che vuole dare una svolta vera al Paese». In relazione ai “guai” in casa Lega a Vibo, Incoronato ha poi aggiunto: «Nella Lega vibonese non vi è nessuna spaccatura, vi è solo antagonismo politico, vi sono tante anime che fremono per le prossime elezioni europee, comunali e regionali, la Calabria e l’Italia hanno bisogno di una svolta e il popolo ci premierà. Siamo fiduciosi».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHELa Lega vibonese vicina all’implosione, il vicecoordinatore Riga dalla parte di De Pinto

Volano stracci nella Lega a Vibo, Piserà: «Chi ha guai giudiziari non può fare il dirigente»