Statale 110, il sindaco Martino contro Anas: «Si è dimenticata di Capistrano»

Il primo cittadino chiede «pari dignità»: «La pulizia della strada deve riguardare l’intero tratto, non solo quello ricadente in tre Comuni»

Il primo cittadino chiede «pari dignità»: «La pulizia della strada deve riguardare l’intero tratto, non solo quello ricadente in tre Comuni»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

L’auspicio è che si tratti di un «mero errore», perché in caso contrario la decisione sarebbe «grave». A parlare è il sindaco di Capistrano Marco Martino, e l’oggetto è la pulizia della ex Statale 110 da parte dell’Anas che nei giorni scorsi ha annunciato l’avvio dell’operazione di sfalcio nel tratto ricadente nei Comuni di Pizzo, Maierato e Monterosso. Non citando, appunto, Capistrano, ultimo dei comuni che collegano la disastrata – dopo l’alluvione dell’ottobre 2018 – ex Ss 110 al lago Angitola. «Spererei si trattasse di un semplice errore di dimenticanza dovuto forse alla non corretta conoscenza dei confini di zona. Il contrario, ipotesi che non vorrei accreditare, risulterebbe gravemente lesivo per l’incolumità dei miei cittadini che non possono ritenersi emarginati da azioni di intervento che riguardano appunto la sicurezza». Da qui l’invito ad Anas «a proseguire nella fase di messa in sicurezza dell’importante arteria non scordandosi però che oltre Pizzo, Maierato e Monterosso esiste un meraviglioso comune di 1000 anime che esige pari dignità».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEEx Statale 110, avviata la pulizia delle aree verdi ai bordi delle strade