mercoledì,Ottobre 27 2021

Mileto, Ciccone replica alle accuse di Pedullà sui lavori in via Lombardi

Duro affondo del capogruppo di maggioranza sulle critiche rivolte dall’esponente del Pd: «Elucubrazioni mentali di chi non ha mai dato nulla al territorio»

Mileto, Ciccone replica alle accuse di Pedullà sui lavori in via Lombardi
Il Comune di Mileto

Francesco Ciccone

Non si fa attendere la replica dell’amministrazione comunale di Mileto guidata dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano, nei confronti di Salvatore Pedullà. L’esponente del Pd, nelle scorse ore ha criticato aspramente la situazione di stallo in cui versano i lavori riguardanti la via Nicola Lombardi, e non solo. A stretto giro di posta, arrivano le parole del capogruppo di maggioranza Francesco Ciccone, il quale definisce incredibili e gratuiti gli attacchi di Pedullà, «spinti dal solo intento demolitorio e forse frutto di gelosia dopo tanti anni di stagnazione. Questi importanti lavori – sottolinea Ciccone – vengono realizzati grazie alla sensibilità e all’attenzione dimostrata da questa amministrazione, con fondi a totale carico dello Stato. In questi due chilometri circa di strada è stata già realizzata la rete di raccolta delle acque bianche e ora si procederà a fare i marciapiedi e l’asfalto finale. I disagi subiti dagli abitanti saranno presto ripagati, restituendo alla città un’arteria rimessa a nuovo senza spese per le casse comunali. Lo stesso si può dire per la località Santa Venere di Paravati, che dopo quaranta anni di attesa, grazie alla lungimiranza di questa amministrazione, troverà definitiva sistemazione».

Salvatore Pedullà

A seguire, il capogruppo di maggioranza ammette che «i disagi sono stati maggiori di quelli preventivati». Tuttavia, ribadisce anche che l’amministrazione «ha fatto il suo dovere trovando i fondi, indicendo l’appalto con la Sua di Vibo Valentia e richiamando più volte la ditta, tramite il direttore ai lavori. Al riguardo – chiarisce – è già prevista una riunione operativa per martedì prossimo, in cui verrà chiesta alla ditta maggiore attenzione. I lavori in via Nicola Lombardi riprenderanno presto e sono fermi solo perché sono in produzione i cordoli dei marciapiedi. Aggiungo che a questi ne seguiranno altri quattro di uguale portata, sempre a carico del Ministero, a dimostrazione che questa maggioranza non solo riesce a utilizzare e a non perdere le risorse già presenti, ma continua a trovarne di nuove facendo diventare Mileto un cantiere. Respingiamo con forza le elucubrazioni mentali di chi non ha mai dato nulla al territorio e cerca di mistificare la realtà colpendo chi lavora nell’interesse collettivo. Ci rivolgiamo invece ai cittadini, dicendo che sappiamo bene che non sempre tutto procede in maniera puntuale, ma anche che l’indirizzo è quello giusto per riportare a loro disposizione beni spesso abbandonati da tantissimo tempo».

I lavori in via Lombardi

Ciccone si sofferma poi sul provocatorio invito di Pedullà a chiedere scusa ai cittadini per i disagi provocati dalle interruzioni dei lavori. «Questa amministrazione – sottolinea – ha cercato di andare in tutti i modi incontro alle esigenze di chi abita nella zona, ad esempio aderendo alla richiesta di apertura di almeno una corsia della strada, per consentire ai clienti di raggiungere gli esercizi commerciali, e non procedendo al blocco del traffico inizialmente previsto quale misura di contenimento per la polvere. Non si capisce, allora, perché dovremmo chiedere scusa se stiamo lavorando per risolvere problemi e non per crearli. Non pensiamo di doverlo chiedere, se i nostri figli avranno presto: lo stadio comunale con l’erbetta sintetica, il campo da tennis dell’ex Foro boario completamente ristrutturato, un nuovo campo di calcetto a Comparni, il Palazzetto dello Sport di Paravati rimesso a nuovo, un nuovo Centro di Aggregazione sociale a San Giovanni, l’ex palazzo dell’Agenzia delle Entrate restituito nella veste di sede culturale. E, ancora, se i ragazzi potranno continuare a rimanere vicini alle Istituzioni democratiche grazie al progetto baby sindaco». In conclusione Ciccone mette in evidenza la costante presenza della maggioranza, nei confronti della popolazione, della Chiesa, delle associazioni e delle varie istituzioni, e si dice certo che i cittadini non saranno distratti «da soggetti che cercano in tutti i modi di mettere in cattiva luce il lavoro giornaliero dell’amministrazione, in particolare del primo cittadino, portato avanti nonostante le scarse risorse, una pianta organica del Comune ridotta al minimo e i debiti ereditati. I tentativi di infangarci in maniera infondata – termina – non andranno a buon fine. La gran parte dei cittadini, al contrario, riconosce il nostro positivo lavoro. Nessun profilo falso su Facebook e nessun pedone da marciapiede riusciranno a mettere in cattiva luce quanto realizzato e quanto ancora riuscirà a fare l’amministrazione Giordano».

LEGGI ANCHE: Mileto, stallo dei lavori sulla via Nicola Lombardi: Pedullà accusa il sindaco

top