Sinistra italiana, si dimette il segretario provinciale Gernando Marasco

L’ormai ex dirigente getta la spugna: «Differenza di vedute all’interno del partito. Io avrei fatto l’alleanza col Pd, altri l’hanno esclusa. Ed ora non c’è un Piano B»

L’ormai ex dirigente getta la spugna: «Differenza di vedute all’interno del partito. Io avrei fatto l’alleanza col Pd, altri l’hanno esclusa. Ed ora non c’è un Piano B»

Informazione pubblicitaria
Gernando Marasco
Informazione pubblicitaria

Una divergenza sulla linea politica all’interno del partito e la scarsa capacità di aggregazione hanno portato il segretario provinciale di Sinistra italiana a dimettersi dall’incarico, pur restando nel partito da iscritto. Gernando Marasco, come anticipato dal Quotidiano del Sud, rassegna dunque le dimissioni. E al Vibonese le spiega così: «In merito alle prossime elezioni comunali, malgrado ciò che si è scritto, non avevo nessun accordo di tipo personale. Ritenevo e ritengo tuttora che, date le condizioni in cui ci siamo ritrovati, fosse opportuno accettare la proposta del Partito democratico di entrare in una coalizione più ampia. È evidente che la nostra prima scelta, il Piano A, era quella di allestire un progetto, una lista ed un candidato di sinistra, ma dopo che questa situazione non si è concretizzata, e vedo molto difficile possa concretizzarsi, ci siamo ritrovati senza un Piano B, con la conseguenza che qualunque tipo di candidatura sarà a titolo personale. E non è detto che io decida di candidarmi. Sulla alleanza con il Pd, tra l’altro, non ci sarebbe stato alcun problema politico. Avevo sentito pure i dirigenti nazionali e, data la situazione delicata, non c’erano scogli sull’eventuale alleanza col Pd alle comunali e col resto della sinistra alle europee. Riconosco – è la conclusione del segretario dimissionario – e me ne dispiaccio di non essere riuscito ad avvicinare nuove forze al partito, di non essere riuscito a stimolare altri compagni e organizzazioni a noi vicine. Sento questa responsabilità, ed ecco perché ho deciso di rassegnare le dimissioni».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEComunali a Vibo, la sinistra si sgretola e si “piega” al Pd

Comunali a Vibo, il Pd rilancia: «Anche la sinistra ci segua e appoggi Luciano»

Comunali a Vibo, la sinistra schiera Sammarco e aspetta il Pd