Carattere

Dalle navette per collegare le frazioni ai sempiterni parcheggi multipiano, dalle piste ciclabili alle strisce blu: confronto tra i programmi sulla mobilità

Politica

Non proprio come la Palermo di Johnny Stecchino, dove il traffico serviva ironicamente a coprire problemi di altra natura, ma quasi. Anche Vibo Valentia soffre da sempre di un’eccessiva presenza di veicoli specie nel centro città, unita ad una carenza cronica di parcheggi e di soluzioni alternative. Un argomento, quello della viabilità, che i quattro candidati sindaco hanno affrontato, chi più chi meno, nel loro programma elettorale.

Per Maria Limardo serve innanzitutto preparare un Piano urbano del traffico che preveda Ztl e zone pedonali. Sulla mobilità interna si punta ad utilizzare mezzi pubblici dotati di energia pulita, una navetta di collegamento veloce che parta dalla stazione e dal porto di Vibo Marina, passando per Vibo-Pizzo e concludendo il suo percorso a Vibo centro. Per meglio articolare questo sistema saranno previste due porte di ingresso alla città: una a Sud, al Terminal Bus, che funga da parcheggio e conduca, tramite la scala mobile (se mai verrà conclusa) al centro città. Ed una a Nord, al Terminal di via De Gasperi, che faccia da capolinea col trasporto urbano. Nel programma di Stefano Luciano il piano per la viabilità si sostanzia nella realizzazione di un’idea che torna spesso: quella del parcheggio multipiano di piazza Spogliatore. Tra le altre ipotesi, quella di creare un’area di sosta attrezzata per camper ed incrementare così quella fetta di turismo legata allo specifico settore. Inoltre, è prevista anche la totale eliminazione dei parcheggi a pagamento. 

L’orientamento del Movimento 5 Stelle con Domenico Santoro va verso una mobilità sempre più green. L’obiettivo è di incentivare il trasporto alternativo ad auto e moto attraverso la creazione di ciclovie su cui far viaggiare biciclette, monopattini e skateboard elettrici. In quest’ottica sono previsti nuovi parcheggi di scambio e la revisione dei parcheggi a pagamento, lasciando solo un terzo di strisce blu, un altro terzo bianco ma a tempo, accanto ai negozi, ed un altro terzo libero. Il trasporto pubblico va reso maggiormente efficiente, mentre, sempre per i 5 Stelle, bisogna riclassificare alcune strade, oggi interpoderali e abbandonate, per inserirle nel circuito della normale viabilità. Particolarmente ambizioso è il progetto di Fare, guidato da Francesco Belsito, che per superare la congestione stradale, specie nelle ore di punta, ritiene necessaria la realizzazione di una tangenziale che assorbirebbe il traffico attualmente concentrato nel centro città; oltre a questa, urgente è anche la creazione di nuovi parcheggi, che con un sistema di mini-bus, permettano agli utenti di raggiungere i luoghi di maggiore interesse.

LEGGI ANCHEComunali, il centrodestra espone le sue idee in città e a Vibo Marina

Comunali a Vibo, Luciano e il Pd ripartono da Bivona

Comunali a Vibo, Belsito a Il Vibonese Tv: «Noi differenti dagli altri candidati» - Video

Il M5S sul porto di Vibo Marina: «Stop commissariamento Autorità portuale di Gioia Tauro»

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook