Scuole di Vibo, 19 milioni disponibili per l’adeguamento antisismico

Concluse le verifiche di vulnerabilità su 11 edifici tra città e frazioni, ed altre sono in cantiere. Grazie a questi interventi si potranno progettare i lavori per mettere in sicurezza gli istituti

Concluse le verifiche di vulnerabilità su 11 edifici tra città e frazioni, ed altre sono in cantiere. Grazie a questi interventi si potranno progettare i lavori per mettere in sicurezza gli istituti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La prima fase, quella conoscitiva, è terminata. Ora è il momento della progettazione. Sta proseguendo spedito l’iter per la messa in sicurezza antisismica delle scuole di Vibo Valentia da parte del settore Lavori pubblici del Comune, che già l’anno scorso aveva avviato il delicato lavoro sullo stato degli edifici e sulla loro tenuta sismica. In questi giorni sono state pubblicate all’albo del Comune le determine sulla conclusione delle verifiche di vulnerabilità, grazie alle quali i tecnici sono ora in grado di capire le singole esigenze delle strutture e progettare gli opportuni interventi da realizzare.

Informazione pubblicitaria

Le verifiche, come si evince dagli atti firmati dalla dirigente Adriana Teti, hanno permesso di raggiungere il grado di conoscenza Lc2, ovvero di sapere alcuni dettagli strutturali e proprietà dei materiali. L’attività di analisi è stata conclusa su otto scuole delle frazioni e tre della città. Nelle frazioni, le verifiche di vulnerabilità hanno interessato la Primaria Presterà di Vibo Marina; l’Infanzia Pennello di Vibo Marina; la Primaria di Triparni; l’Infanzia e Primaria di Porto Salvo; l’Infanzia e Primaria di Bivona; la Primaria De Maria di Vibo Marina; l’Infanzia di Triparni; Primaria e Secondaria Piscopio. Nel capoluogo, invece, le verifiche sono state compiute su Infanzia e Primaria De Amicis; Infanzia Montessori; Infanzia Sacra famiglia. Mentre a breve partiranno su altre cinque scuole: Infanzia Cementificio di Vibo Marina; Primaria Don Milani di Vena; Infanzia Piscopio di via Varella; Infanzia e Primaria Longobardi; Primaria e Secondaria Buccarelli.

Questa prima fase, avviata quando l’assessorato era guidato da Lorenzo Lombardo, dovrà essere ora “monetizzata” sotto la guida del nuovo titolare dei Lavori pubblici di Palazzo Luigi Razza, Giovanni Russo, che avrà il compito di gestire i circa 19 milioni di euro già assegnati al Comune da parte dei ministeri competenti proprio per la realizzazione degli interventi di adeguamento antisismico delle scuole. Un tema caro a tutti, ma del quale ci si ricorda soltanto quando la terra trema…