Chiesetta di Piedigrotta, il Comune di Pizzo pubblica il bando per i lavori

Gli interventi, finanziati con 248mila euro, sono destinati alla riqualificazione e migliore accessibilità e fruibilità del sito

Gli interventi, finanziati con 248mila euro, sono destinati alla riqualificazione e migliore accessibilità e fruibilità del sito

Informazione pubblicitaria
La suggestiva chiesetta di Piedigrotta

Il Comune di Pizzo ha pubblicato il bando per il completamento della chiesetta di Piedigrotta. Il finanziamento è di circa 248mila euro e servirà a garantire la riqualificazione, una migliore accessibilità e fruibilità e contenere, frenare e ridurre le cause che ne determinano il deterioramento. A darne notizia è il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Maria Pascale, informando che è stata pubblicata la gara per l’affidamento dei lavori del suggestivo sito. Finanziato per 400mila euro con fondi Fesr 2007/20103,nell’ambito degli interventi promossi dalla Regione per il recupero dei beni culturali, l’intero progetto è stato suddiviso, a seconda della tipologia di interventi richiesti, in tre parti. La prima, ora pubblicata, riguarderà interventi di tipo tecnico. I bandi successivi, che prevedono l’impiego del restante importo, relativo al complessivo completamento di Piedigrotta, ai piedi di un versante roccioso a pochi metri dalla battigia dell’omonima spiaggia, avranno come oggetto il restauro delle statue e la realizzazione di un museo multimediale

Dall’impermeabilizzazione della copertura al ripristino della piena funzionalità della rete delle acque bianche già esistenti, per una migliore regimentazione delle acque meteoriche all’interno della Chiesa; dalle opere edili all’esterno come la sistemazione della piazzola di sosta esistente, alla sistemazione dei pendii, dal completamento della pavimentazione del percorso pedonale e l’installazione della necessaria ringhiera di protezione. Sono, questi, alcuni degli interventi previsti in questa prima fase. Si interverrà, inoltre, con opere indispensabili per la risoluzione dell’interferenza del percorso con l’adiacente fosso Prangi e l’illuminazione della scalinata. I termini per partecipare al bando scadono domenica 21 luglio.