Vibo, “Città Futura” rilancia la diretta televisiva delle sedute di consiglio comunale

Il gruppo di maggioranza presenta un ordine del giorno al fine di «garantire la massima trasparenza dell’attività amministrativa e abbattere la linea di confine con i cittadini»

Il gruppo di maggioranza presenta un ordine del giorno al fine di «garantire la massima trasparenza dell’attività amministrativa e abbattere la linea di confine con i cittadini»

Informazione pubblicitaria
La maggioranza consiliare di Vibo Valentia, in prima fila al centro Lorenza Scrugli
Informazione pubblicitaria

Il gruppo consiliare “Città Futura”, ha presentato, all’attenzione del presidente del consiglio comunale di Vibo Valentia, l’ordine del giorno inerente la trasmissione pubblica audiovisiva delle sedute consiliari. «Crediamo che uno dei primi passi da compiere verso il cambiamento – sostengono i consiglieri di maggioranza – sia quello di riavvicinare i cittadini alla politica rendendoli partecipi all’attività amministrativa. Per tali motivi – proseguono – abbiamo proposto la trasmissione pubblica audiovisiva delle sedute del consiglio comunale la quale, oltre a garantire la completa trasparenza dell’Amministrazione, abbatterebbe la linea di confine che la separa dai suoi cittadini. L’ordine del giorno è articolato in maniera tale che, se approvato, non graverebbe assolutamente sulle casse comunali. Il Comune, infatti, potrebbe raccogliere dalle varie emittenti locali una manifestazione di interesse circa la prestazione esclusivamente gratuita del servizio. In tal modo verrebbe garantito quello che secondo noi è un diritto che vige in capo ad ogni cittadino e cioè quello di essere informato sull’operato di chi rappresenta la massima espressione del voto. Concludendo – scrive il capogruppo Gerlando Termini -, dopo aver raccolto l’assenso da parte dei vari gruppi che compongono la maggioranza, ci rimettiamo al nostro presidente affinché il tema possa venir presto trattato ed esaminato in Consiglio».

Informazione pubblicitaria