domenica,Gennaio 29 2023

Covid a Sant’Onofrio, il gruppo “Tre Spighe”: «Dal sindaco messaggi sconcertati»

I consiglieri di minoranza al Comune esprimo solidarietà e vicinanza a tutti i cittadini e alle loro famiglie che si trovano in questo momento con un familiare positivo asl coronavirus

Covid a Sant’Onofrio, il gruppo “Tre Spighe”: «Dal sindaco messaggi sconcertati»
Il Comune di Sant'Onofrio

«Leggiamo con sconcerto il messaggio del sindaco pubblicato sul sito del Comune in relazione alla situazione relativa alla diffusione del Covid 19 fra i cittadini di Sant’Onofrio. Si legge che il suddetto si sia recato presso l’Asp per chiedere informazioni venendo a conoscenza che hanno difficoltà a processare i test molecolari e quindi non hanno dati aggiornati sui soggetti positivi. Sui giornali la prima e preoccupante notizia è che i casi di positività sono aumentati in maniera esagerata. Quindi, se l’Asp è in ritardo a dare i dati e quelli che dà sono molto seri vuol dire che le voci che girano in paese hanno qualche fondamento di verità». [Continua in basso]

il sindaco Antonino Pezzo

Lo affermano i consiglieri del gruppo consiliare “Tre Spighe” al Comune di Sant’Onofrio, secondo i quali bastava che il sindaco Antonino Pezzo «andasse in farmacia e notare la fila di persone che si stanno facendo il tampone e chiedere al gentile farmacista, nel rispetto della privacy, quanti soggetti positivi avesse comunicato all’Asp. Invece di recarsi a Vibo bastava che facesse quattro passi in piazza, magari salutando i tanti cittadini in fila davanti la farmacia. E poi – si legge nella nota del gruppo consiliare di minoranza – tra le raccomandazioni che il sindaco fa ai cittadini compare anche “Sospendere qualsiasi attività di tipo sociale e sportiva se non strettamente necessaria”: eccome se proprio lui e la sua amministrazione stiano promuovendo iniziative in piazza con tanto di annuncio con altoparlanti nelle vie del paese. È solo una delle tante contraddizioni di questa amministrazione che ci auguriamo cambi strada».

Per i consiglieri, dunque, i cittadini di Sant’Onofrio «dimostrano di essere assai più responsabili e stanno disertando le iniziative pubbliche del sindaco per paura di contagiarsi. Come gruppo Tre spighe, nel condannare l’operato del sindaco, esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza a tutti i cittadini e alle loro famiglie che si trovano in questo momento con un familiare positivo al covid, e sappiamo che ci sono anche diversi bambini. Ci rendiamo disponibili   – questa la conclusione dei consiglieri – a dare il nostro sostegno materiale a chi ne avesse bisogno, insieme alle associazioni di volontari cacciate dal sindaco, per coprire il vuoto lasciato da questa amministrazione».

Articoli correlati

top