giovedì,Luglio 25 2024

Provinciali a Vibo, urne aperte da stamattina per il rinnovo del Consiglio: ecco tutti i candidati

Tre le liste elettorali messe in campo dalle forze politiche per la conquista di dieci scranni. Potranno votare soltanto i sindaci e i consiglieri dei Comuni ricadenti nel territorio vibonese

Provinciali a Vibo, urne aperte da stamattina per il rinnovo del Consiglio: ecco tutti i candidati
Il seggio elettorale allestito nella sala consiliare della Provincia
La sede della Provincia di Vibo Valentia

Dalle ore 8 di questa mattina e fino alle ore 20 urne aperte per il rinnovo del solo Consiglio provinciale di Vibo Valentia, mentre non si decide per il presidente, il cui mandato andrà avanti fino al termine della consiliatura. Le operazioni di voto si svolgeranno nella sala consiliare di Palazzo ex Enel dove, nel rispetto alle norme anti Covid, è stato allestito il seggio elettorale. Così come sancito dalla cosiddetta riforma “Del Rio” sono elettori soltanto i sindaci e i consiglieri dei Comuni rientranti nel territorio provinciale. I cittadini, dunque, non votano. E sono eleggibili a consigliere provinciale sempre i sindaci ed i consiglieri comunali in carica. Sulla base, poi, delle attestazioni pervenute da parte dei Comuni della provincia, l’individuazione del corpo elettorale per le elezioni del Consiglio provinciale risulta composto da 582 elettori. [Continua in basso]

Le forze politiche in campo

Tre le liste presentate tra sabato 27 e domenica 28 novembre scorsi all’ufficio elettorale della Provincia per la conquista dei dieci scranni di Palazzo ex Enel: la coalizione di centrodestra è formata da Forza Italia (lista “Forza Italia”) e Coraggio Italia (lista “Coraggio Italia”), mentre il centrosinistra ha predisposto una lista civica (“La Provincia del futuro”) di soli otto candidati e non dieci, che vede correre insieme esponenti del Partito democratico, del Movimento Cinque Stelle e del Partito socialista. [Continua in basso]

Sindaci e consiglieri del Vibonese al voto

Va ricordato che nessuno dei candidati del centrodestra ha, fino ad oggi, pubblicamente detto se intenderà sostenere o meno l’azione politica del presidente Salvatore Solano, eletto nel 2018 con il sostegno determinante di Forza Italia, e lo scorso mese rinviato a giudizio nell’inchiesta “Petrol mafie” anche per reati aggravati dalle finalità mafiose e con l’ente Provincia al tempo stesso parte civile nel processo. Nel centrosinistra, invece, in virtù delle mancate dimissioni del presidente Salvatore Solano sollecitate più volte dai dirigenti provinciale del Partito democratico, una parte importante del Pd – a cominciare dal capogruppo dem al Comune di Vibo Valentia Stefano Luciano, passando dal segretario provinciale Enzo Insardà e da altri esponenti dem –  non avrebbe voluto fino alle ultime ore presentare la lista e, dunque, prendere parte alla competizione elettorale. Alla fine, però, ha vinto la linea più morbida. La lista è stata fatta e presentata, anche se senza alcun sostegno da parte di chi voleva l’astensione da questa tornata elettorale ed in numero ridotto di candidati. Ed in ogni caso da via Argentaria non hanno mancato di ribadire «l’assoluta distanza» rispetto al presidente dell’ente Salvatore Solano. Le sue mancate dimissioni infatti – per come sottolineato a suo tempo in una nota della Federazione provinciale dem – fanno svolgere queste elezioni in un «contesto istituzionale e politico molto complesso e delicato, in cui permangono gravi contraddizioni ed inquietanti interrogativi». Anche nel centrosinistra, comunque, sia il M5S quanto il Psi non hanno chiarito la loro posizione rispetto all’azione del presidente. [Continua in basso]

Verso nuovi assetti

Lo abbiamo già scritto nel recente passato: l’appuntamento elettorale di oggi per il nuovo Consiglio provinciale, pur essendo elezioni di secondo livello, ossia che non vedranno la partecipazione diretta dei cittadini, ma solo dei sindaci e dei consiglieri comunali del Vibonese, rappresenta comunque un passo significativo tra le forze politiche in campo e a urne aperte potrebbero anche determinarsi nuove intese e accordi. Il voto di oggi, insomma, offre – come alla fine sempre accade in ogni competizione elettorale, piccola o grande che sia – l’occasione per tastare il consenso che ciascuna forza politica ha in campo, anche se in questo caso solo tra i vari amministratori della provincia. Lo scenario che, dunque, potrà derivare a scrutinio finito potrebbe pure disegnare, sia nel centrodestra quanto nel centrosinistra, differenti equilibri politici.

Ecco i 28 i candidati in corsa

I candidati di Forza Italia a consigliere provinciale:

Marilena Briga, vice presidente del Consiglio comunale di San Gregorio d’Ippona [Continua in basso]

Daniele Galeano, consigliere comunale a Serra San Bruno con la lista “LiberaMente”

Maria Domenica Gentile, consigliere comunale a Dasà

Giuseppe Leone, vicepresidente del consiglio comunale di Nicotera

Caterina Macrì, consigliere comunale ad Acquaro

Maria Rosina Martino, consigliere comunale ad Arena con la lista “Insieme verso il futuro”

Vito Pirruccio, assessore al Comune di Capistrano

Domenico Pontoriero, vicesindaco di Mileto

Giuseppe Russo, consigliere comunale di Vibo Valentia

Roberto Scalfari, vicesindaco al Comune di Tropea


I candidati di “Coraggio Italia” a consigliere provinciale:

Elisa Fatelli, consigliere comunale a Vibo Valentia

Carmine  Mangiardi, vicesindaco di Sorianello, consigliere provinciale uscente

Pietro Comito, consigliere comunale a Vibo Valentia

Vincenzo Zinnà consigliere comunale a San Calogero

Alessandro Lacquaniti, consigliere comunale a San Gregorio d’Ippona

Gabriele  Prestia, consigliere comunale a Ionadi

Anna Maria Donato, consigliere comunale a Sant’onofrio

Anna Fruci, consigliere comunale Francavilla Angitola

Giuseppe Dato, sindaco di Joppolo e consigliere provinciale uscente

Debora Boragina, consigliere comunale di Vallelonga


I candidati della lista “La Provincia del Futuro” a consigliere provinciale:

Maria Teresa Centro, vicesindaco di Briatico

Giovanna Bonifacio, consigliere comunale di maggioranza ad Arena

Domenico Tomaselli, consigliere comunale a Ricadi, Partito socialista

Marco Miceli, consigliere comunale a Vibo per “Vibo democratica”

Rosalba Sesto, consigliere comunale di minoranza a Limbadi

Riccardo Mercatante, consigliere comunale di San Costantino Calabro

Antonio Marasco, consigliere comunale di maggioranza a Rombiolo

Saverio Mazzitelli, consigliere di maggioranza a Zaccanopoli

LEGGI ANCHE: Petrol Mafie: al via il processo dinanzi al Tribunale di Vibo

Elezioni Provinciali a Vibo: quando Solano e D’Amico screditavano e offendevano pesantemente De Nisi

Provincia e “caso Solano”, il presidente dell’Antimafia condivide interamente il nostro pezzo

Articoli correlati

top