Ex Statale 110, l’appunto di Martino all’Anas: «Promessi interventi ma tutto è come prima»

Il sindaco di Capistrano ribadisce l’appello all’azienda pubblica affinché «avvii adeguati interventi di manutenzione» 

Il sindaco di Capistrano ribadisce l’appello all’azienda pubblica affinché «avvii adeguati interventi di manutenzione» 

Informazione pubblicitaria
Rilievi dell'Anas lungo la ex Ss 110
Informazione pubblicitaria

«Ci avevano promesso che avrebbero agito subito con l’inizio della bella stagione, effettuando addirittura la sistemazione stradale con l’arrivo dell’estate ma, ad oggi, la ex Statale 110 ha solo giovato di un intervento tampone all’altezza del Lago Angitola durante il periodo invernale e lo sfalcio d’erba lungo la carreggiata in questione, tutto il resto rimane solo un raro ricordo». A riferirlo in una nota è il sindaco di Capistrano Marco Martino il quale interviene in relazione ai mancati interventi di ripristino della viabilità lungo la ex Statale 110. «Vi è – sostiene Martino – la necessità d’intervenire subito lungo quei tratti di strada dissestati che causano serio pericolo per l’incolumità dei passanti. La ex 110 è un’arteria ad alta percorrenza di veicoli sotto ogni genere. Non è infatti percorsa solamente da automobilisti e pendolari bensì da mezzi pesanti fulcro di un’importante economia che si snoda in particolare nelle Preserre vibonesi e che collega alcuni comuni confinanti con le altre province. Un’arteria – prosegue Martino – a dir poco essenziale che non può versare in questo stato. Anas non può e non deve trascurare tale situazione. Un cedimento parziale o totale della carreggiata provocherebbe l’isolamento di alcuni comuni, compreso Capistrano. Chiedo pertanto ai dirigenti – conclude il sindaco – di prendere in seria considerazione quanto sopra esposto e iniziare quegli interventi che serviranno a garantire l’idoneità automobilistica alle migliaia di automobilisti che ogni giorno la percorrono».

Informazione pubblicitaria