lunedì,Maggio 16 2022

Comune Vibo, la maggioranza alla Pugliese: «Offende chi ha scelto di non fuggire»

I gruppi consiliari di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Città Futura difendono l’assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo e replicano al recente intervento in aula del consigliere del gruppo Misto

Comune Vibo, la maggioranza alla Pugliese: «Offende chi ha scelto di non fuggire»
I banchi della maggioranza al Comune di Vibo
Da sinistra Laura Pugliese e Maria Teresa Nardo

«Di domande da porre su come taluna consigliera comunale abbia in passato gestito due importanti assessorati (Bilancio e Urbanistica) ne potremmo fare a iosa. Nel suo intervento non abbiamo recepito nessuna proposta costruttiva. D’altra parte, è consegnata alla storia di questa città la sua fuga dall’assessorato al Bilancio, vista la sua inconsistente guida politica di un così importante assessorato. La consigliera Laura Pugliese anziché scendere nel merito delle questioni sollevate dalla Corte dei Conti, usa come sua unica arma l’offesa personale nei confronti di chi, invece, non ha scelto di fuggire, bensì di mettere la faccia fino in fondo. Già questo  basterebbe per valutare la reale consistenza di chi se l’è  data a gambe levate anziché rimanere a risolvere gli atavici problemi del bilancio comunale, sempre che ne abbia le giuste competenze».

Piccata replica dei gruppi consiliari di maggioranza al Comune di Vibo Valentia, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Città Futura,  all’intervento di Laura Pugliese (gruppo Misto) fatto in occasione del recente consiglio comunale straordinario, riunito per discutere sulla delibera della Corte dei Conti che ha bocciato il Piano di riequilibrio finanziario dell’amministrazione. Nell’occasione, l’interessata, oltre a muovere diversi e numerosi rilievi contabili all’azione dell’esecutivo Limardo, non ha mancato di chiedere le dimissioni dell’attuale assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo, la quale ha redatto il Piano di riequilibrio sulla base del documento lasciato dal commissario Giuseppe Guetta (alla guida dell’ente da febbraio a maggio 2019).  [Continua in basso]

«Ma cosa ci si può aspettare da chi, anziché portare la nave in un porto sicuro, ha deciso di abbandonarla a se stessa? – si chiedono dunque i consiglieri del centrodestra – Non possiamo che trovare ammirazione nei confronti di chi, pur provenendo da un “paesello”, è diventata punto di riferimento per il sistema delle autonomie locali nel campo della contabilità pubblica, facendo riferimento – chiudono i gruppi consiliari – solo sulle sue capacità e sulla dedizione allo studio e al lavoro».

LEGGI ANCHE: Comune di Vibo, lapidaria Laura Pugliese con l’assessore Nardo: «Faccia la valigia»

Articoli correlati

top