lunedì,Maggio 16 2022

Comune di Vibo: il gruppo “Coraggio Italia-Cambiamo” farà opposizione ma in modo «responsabile»

La compagine appena nata in consiglio comunale non farà parte dell’attuale maggioranza di centrodestra. Francesco Bevilacqua: «Vogliamo incalzare l’amministrazione». Pietro Comito: «Il nostro voto, positivo o negativo che sia, sarà sempre il frutto di una attenta valutazione»

Comune di Vibo: il gruppo “Coraggio Italia-Cambiamo” farà opposizione ma in modo «responsabile»
Un seduta di consiglio comunale
Palazzo Luigi Razza, sede dell’amministrazione comunale

Sono in tutto cinque consiglieri e in aula fanno disegnare una diversa geografia politica. Il nuovo gruppo consiliare di “Coraggio Italia-Cambiamo Vibo”, formatosi in seno al consiglio comunale di Vibo Valentia, pur essendo una forza politica di centrodestra, va infatti a infoltire le forze di opposizione e i suoi componenti siederanno tra gli scranni della minoranza. Ma i suoi consiglieri sono pronti a confrontarsi (ed a votare) su tutte le pratiche che riterranno «utili per la città capoluogo di provincia», poiché dicono di essere consiglieri «responsabili», tradizionalmente moderati, privi di pregiudizi nei confronti dell’attuale amministrazione comunale, guidata dal sindaco Maria Limardo.

Quella di “Coraggio Italia-Cambiamo” sarà dunque una azione motivata dal fatto che alla base del loro agire ci sta quella che è stata definita dagli stessi interessati come la politica “del fare” che privilegia «il pragmatismo» e la «concretezza». E, quindi, suggerimenti e proposte vanno nella direzione di un contributo «fattivo e costruttivo volto a garantire benessere e sviluppo». Del nuovo gruppo consiliare di Palazzo Luigi Razza – lo ricordiamo – fanno parte tre ex consiglieri di maggioranza: sono Katia Franzé (nominata già capogruppo), che ha lasciato Forza Italia, Giuseppe Russo (vicecapogruppo), eletto in aula con la lista “Vibo Unica”, tranne poi decidere di passare tra le fila di Forza Italia, quindi scegliere di autosospendersi, peraltro già assessore comunale all’Ambiente nell’amministrazione guidata dall’ex sindaco Elio Costa, ed Elisa Fatelli, eletta con la lista “Con Vibo per Vibo”. Dentro anche due attuali rappresentanti di opposizione: si tratta di Pietro Comito, eletto in Consiglio con la lista “Concretezza”, e di Azzurra Arena, entrata nel civico consesso con il Partito democratico e poi passata al Gruppo Misto. La decisione e l’accordo politico sono maturati durante una riunione svoltasi tra il consigliere regionale del partito Francesco De Nisi, il coordinatore provinciale Maurizio De Nisi, il componente della direzione nazionale, Francesco Bevilacqua e gli stessi consiglieri che hanno fatto proprio il nuovo progetto. [Continua in basso]

«Non voteremo no a prescindere»

A puntualizzare la collocazione politica della nuova compagine è Pietro Comito, il quale spiega che «fa fede» quanto pubblicato nel comunicato di ieri: «Noi – precisa l’interessato – siamo un gruppo di consiglieri responsabili. Noi non facciamo parte dell’attuale maggioranza di centrodestra che sostiene il sindaco e la sua azione amministrativa e, quindi siamo opposizione. Ma, ci tengo a sottolinearlo, siamo un gruppo di consiglieri che vogliamo comunque dare un contributo al fine di poter risolvere i problemi della nostra città e del suo territorio comunale, penso alle frazioni, con idee e progetti, valutando ogni qual volta che in aula arrivano pratiche se voltarle o meno. Ecco – conclude Pietro Comito – non siamo un gruppo che voterà no a prescindere, ma il nostro voto, positivo o negativo che sia, sarà sempre il frutto di una attenta valutazione del tutto priva di preconcetti».

La collocazione in aula spiegata da Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua

Ed a chiarire la posizione del nuovo gruppo consiliare all’interno dell’aula consiliare è anche Francesco Bevilacqua, il quale, «nel salutare e ringraziare i consiglieri comunali di Vibo Valentia che hanno contribuito a formare il gruppo “Coraggio Italia-Cambiamo Vibo”, e Francesco e Maurizio De Nisi per il determinante contributo», non manca di spiegare che «il gruppo appartiene all’area di centro che guarda a destra ma questo non lo obbliga ad una collocazione in maggioranza. La sua – aggiunge il componente della direzione nazionale del partito – è una posizione responsabile, non certo una opposizione preconcetta, ma vuole incalzare l’amministrazione ad affrontare e risolvere i tanti problemi che affliggono la città. E, quando è possibile, suggerire soluzioni, per questo ci saremo, diversamente voteremo contro. Insomma “Coraggio Italia- Cambiamo” non è né con il sindaco né contro, ha l’ambizione di essere con la città e con i suoi bisogni».

Articoli correlati

top