lunedì,Luglio 4 2022

Provincia di Vibo: dopo l’aumento a sindaco e giunta, cresce l’indennità di funzione anche per il presidente

Palazzo ex Enel approva la determina che adegua lo “stipendio” a quanto previsto dalla legge di bilancio 2022 e determinato in misura pari a quella del primo cittadino del Comune capoluogo. Ecco quanto percepisce

Provincia di Vibo: dopo l’aumento a sindaco e giunta, cresce l’indennità di funzione anche per il presidente
La sede della Provincia di Vibo Valentia
L'aula consiliare della Provincia di Vibo

Dopo l’aumento spettato a sindaco, giunta e presidente del consiglio comunale, anche per il presidente della Provincia di Vibo Valentia Salvatore Solano è arrivato l’aggiornamento dell’indennità di funzione in base a quanto previsto dalla legge di bilancio 2022 del 30 dicembre del 2021. La normativa stabilisce, infatti, che al massimo responsabile dell’amministrazione di contrada Bitonto spetti “una indennità, a carico del bilancio dell’ente, determinata in misura pari a quella del sindaco del Comune capoluogo, in ogni caso non cumulabile con quella percepita in qualità di sindaco”. E poiché la legge di bilancio ha previsto (all’articolo 1, comma 583) «un incremento delle indennità di funzione dei sindaci metropolitani e dei sindaci dei Comuni ubicati nelle regioni a statuto ordinario parametrandola al trattamento economico complessivo dei presidenti delle Regioni nelle diverse misure percentuali proporzionate alla popolazione dei rispettivi comuni, stabilendo altresì (al comma 584) che in sede di prima applicazione tali indennità di funzione siano adeguate al 45% e al 68% delle suddette misure percentuali rispettivamente negli anni 2022 e 2023», a cascata anche lo “stipendio” del presidente della Provincia doveva essere rivisto e rimodulato. Diciamo, aumentato. L’adeguamento dell’indennità dei sindaci «parametrato al trattamento economico dei presidenti di Regione», introdotto con la legge di bilancio 2022, comporta infatti «come effetto anche l’aumento dell’indennità dei presidenti di Provincia».[Continua in basso]

Come si arriva al nuovo “stipendio” del presidente

Nella determina che ha dato il via libera all’aggiornamento dell’indennità del presidente, il segretario generale della Provincia  Domenico Libero Scuglia spiega dunque che, in base alla determina di Palazzo Luigi Razza del 16 febbraio scorso, «si evince che l’indennità di funzione in godimento a fare data dal primo gennaio 2022, da parte del sindaco del Comune capoluogo, rideterminata per come stabilito dalla legge di bilancio 2022 è di 6.329,17 euro, con un incremento del 45% del differenziale incrementale» tra la pregressa indennità di funzione attribuita e il nuovo importo che entrerà a pieno regime nel 2024».  E ancora: sempre nel documento firmato dal segretario generale si legge, invece, che dalla determina del Comune di Stefanaconi del 10 marzo scorso si evince che «l’indennità di funzione in godimento, così come stabilito dalla legge di bilancio 2022, per il sindaco del Comune di Stefanaconi per l’anno 2022 è pari a 1.906,05 euro con un incremento del 45% del differenziale incrementale» tra la pregressa indennità di funzione attribuita e il nuovo importo che entrerà a pieno regime nel 2024. 

Per tali ragioni e calcoli alla mano, al presidente della Provincia spetterà una indennità di funzione pari a complessivi 4.486,12 euro, che altro non è che la quota necessaria – in quanto l’indennità di sindaco non è cumulabile, ma solo la base di partenza – per arrivare a percepire quanto il sindaco del Comune capoluogo: ossia 6.329,17 euro. [Continua in basso]

Aumenti per sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale

Ricordiamo, infine, le nuove indennità per gli amministratori comunali in base sempre alla legge di bilancio 2022. Visto, dunque, che «l’indennità di funzione in godimento per il sindaco del Comune di Vibo Valentia è di 3.718,49 euro e che, in ragione della classe demografica, applicando la percentuale di adeguamento, prevista per il sindaco al 45% e al 68% della percentuale di incremento per il 2022 e per effetto, poi, dell’adeguamento delle indennità del vicesindaco, degli assessori e del presidente del consiglio comunale», vengono a determinarsi le seguenti nuove indennità (al lordo dei contributi e delle ritenute erariali previste per legge): sindaco Maria Limardo 6.392,17 euro; vicesindaco Domenico Primerano 4.794,13 euro; assessori Maria Teresa Nardo, Daniela Rotino, Giovanni Russo, Pasquale Scalamogna, Michele Falduto, Vincenzo Bruni, Rosamaria Santacaterina, Domenico Francica 3.835,30 euro; presidente del Consiglio Rino Putrino: 3.835,30 euro. Va detto, inoltre, che l’aumento delle indennità ai sindaci ridetermina anche il compenso massimo mensile percepibile dai consiglieri comunali.

LEGGI ANCHE: Comune Vibo, Pagano (Lega): «L’aumento delle indennità? Un aggravio economico»

top