mercoledì,Agosto 10 2022

A Drapia sarà realizzata la strada turistica “Briganteo” che la collegherà a Tropea

Il sindaco Alessandro Porcelli accoglie con soddisfazione lo stanziamento di oltre due milioni di euro nell’ambito del Cis Calabria

A Drapia sarà realizzata la strada turistica “Briganteo” che la collegherà a Tropea
Il sindaco Porcelli con la sottosegretaria per il Sud Nesci

«Era considerata l’eterna incompiuta, ma presto sarà realtà», commenta entusiasta il sindaco di Drapia Alessandro Porcelli. Il suo Comune è tra i 14 centri del Vibonese ad avere ottenuto, nell’ambito del Cis (Contratti istituzionali di sviluppo) Calabria, un cospicuo finanziamento proveniente dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020.

Il Comune di Drapia, in particolare, è destinatario di risorse pari a 2.282.568,57 euro per il completamento della strada turistica “Briganteo” che andrà a collegare il centro abitato di Drapia con Tropea. «Diverse le amministrazioni – ricorda il sindaco – che hanno provato a presentare una progettazione finanziabile. Interventi avviati sin dal 1974 con 11 amministrazioni che si sono succedute tentando con ostinazione di ottenere ciò che noi oggi possiamo dire con soddisfazione e gioia di aver ottenuto. Non è stato e non è ancora facile controllare le emozioni che stanno permeando la mia mente. Tre anni di lavoro, due possibilità: una presentata alla Regione Calabria ed una con i Contratti Istituzionali di Sviluppo (Cis) “Svelare Bellezza” per ottenere un finanziamento epocale per l’importanza di questa arteria che legherà il borgo di Drapia a Tropea. [Continua in basso]

Il primo cittadino di Drapia ha quindi ringraziato il ministro Mara Carfagna, il sottosegretario per il Sud Dalila Nesci, il suo gruppo di maggioranza e «i cittadini – afferma – che a maggio 2019 hanno voluto ancora puntare su di me». E non ultimo i suoi dipendenti comunali: «Quattro in tutto – commenta il sindaco – oltre al segretario, che compongono il gruppo di lavoro. Un grazie al presidente del Consorzio Tirreno vibonese Domenico Piccione e a tutti i colleghi di lavoro. Nello specifico ai lavoratori silenziosi del consorzio Leo Grillo, Enzo Comerci, Davide Mazzotta, Vito Monardo. Senza il loro contributo, non avrei potuto presentare un progetto vincente per il nostro territorio». Per Alessandro Porcelli: «Drapia potrà riprendere a pensare in grande partendo da una storia rappresentata dalle sue case, dai suoi palazzi, un bar, un negozio di prodotti tipici, tanti B&B potranno fiorire in un paese che una volta aveva quasi duemila abitanti, che trovavano nel commercio il sostegno necessario per le proprie famiglie.

Oggi gli abitanti sono poco più di un centinaio e per di più anziani. L’auspicio è che con questo finanziamento riusciremo a realizzare un altro sogno dopo il castello Galluppi, collegando Drapia a Tropea con soli tre chilometri di viabilità. Pensavo con tale opera di aver finito il mio lavoro di sindaco ed invece mi accorgo che debbo ripartire con maggiore grinta e voglia di dare un futuro migliore al nostro territorio sfruttando le opportunità che da oggi in poi ci si presenteranno. Abbiamo voluto sognare e lo abbiamo voluto fare esagerando. Ora – conclude il sindaco Porcelli – possiamo dire con forza che siamo stati capaci di conquistare questo sogno e vogliamo continuare a sostenerlo».

Articoli correlati

top