Nuovo affondo della minoranza: «A Ionadi incuria e strade colabrodo»

Il gruppo consiliare “Progetto Comune per Ionadi” invoca a gran voce una riposta da parte della maggioranza rispetto ad una rete viaria fonte di insidie e pericoli per cittadini e automobilisti».

Il gruppo consiliare “Progetto Comune per Ionadi” invoca a gran voce una riposta da parte della maggioranza rispetto ad una rete viaria fonte di insidie e pericoli per cittadini e automobilisti».

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«La questione strade a Ionadi è diventata ormai un malato cronico. L’evidente stato di degrado del manto stradale martoriato e in stato di abbandono, salvo qualche rappezzo occasionale e sommario, la mancata pulizia ordinaria dei marciapiedi e delle cunette, ha reso la rete viaria cittadina impraticabile trasformandola in vere e proprie insidie per i cittadini ed automobilisti che ogni giorno attraversano il territorio comunale».

Informazione pubblicitaria

E’ quanto afferma in un nuovo comunicato stampa il gruppo consiliare “Progetto Comune per Ionadi” che descrive come «intollerabile il perdurare dell’attuale stato di cose che mette in pericolo l’incolumità dei cittadini ed espone il comune a continui contenziosi per risarcimento del danno da insidia stradale. A ciò si aggiunge un’altra problematica legata a doppio filo col tema della sicurezza stradale, arrivata ormai al limite, ovvero la totale mancanza di segnaletica orizzontale e verticale».

Gli esponenti dell’opposizione ricordano come «già nel settembre 2015, il gruppo di minoranza Progetto Comune per Ionadi aveva presentato una richiesta scritta indirizzata al sindaco , all’ufficio tecnico e alla polizia municipale, chiedendo “la realizzazione di strisce pedonali, in particolare in prossimità della scuole, degli uffici pubblici, degli esercizi commerciali, in prossimità di incroci pericolosi lungo le vie principali del comune di Ionadi”».

E non mancano neppure, asseriscono gli interessati, «le segnalazioni di cittadini sulla mancanza di specchi agli incroci in via Adua a Ionadi, tra via Maria Pisa e viale Aldo Moro nella frazione di Nao. Istanze che chiedono una risposta immediata e che porteremo avanti, nonostante il silenzio dell’amministrazione alle nostre richieste di intervento, nel prossimo consiglio comunale per chiedere conto degli interventi programmati per la risoluzione della problematica relativa alle strade, della tempistica e delle motivazioni per cui è stata ignorata la richiesta del gruppo di minoranza di un incontro con una rappresentanza di cittadini, con il sindaco, con l’assessore competente e la minoranza per la ricerca di una soluzione comune».