martedì,Agosto 9 2022

Pizzo, proposta del M5S per la cittadinanza onoraria a Gratteri

Gli attivisti hanno inviato una mozione al Comune per il riconoscimento al procuratore capo della Dda di Catanzaro

Pizzo, proposta del M5S per la cittadinanza onoraria a Gratteri
Nicola Gratteri (foto ansa)
Il Comune di Pizzo

«In data odierna abbiamo provveduto ad inviare tramite pec una mozione per il riconoscimento pubblico al procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri della cittadinanza onoraria di Pizzo, per l’alto servizio svolto a favore dello Stato. Come Movimento Cinque Stelle di Pizzo riteniamo sia doveroso riconoscere la cittadinanza onoraria al procuratore Gratteri che svolge costantemente un’importante e costante lotta contro la ‘ndrangheta».
Ne dà comunicazione l’attivista del M5S di Pizzo, Umberto Militare, il quale spiega che grazie all’opera di Gratteri che «dopo anni di sottovalutazioni viene considerata “Mafia di serie A”, capace di intrecciare i rapporti con la politica, il mondo delle imprese, la massoneria deviata e che è sempre più ramificata oltre i nostri confini regionali e nazionali». Militare sostiene quindi che «c’è bisogno di un comune sentimento di corresponsabilità da parte della società civile, la stessa a cui il procuratore Gratteri, all’ indomani dell’ operazione “Rinascita Scott” – che ricordiamo ha toccato direttamente il nostro Comune e di conseguenza la cittadinanza con lo scioglimento per infiltrazioni mafiose dell’ente -, invitava a ricoprire gli “spazi vuoti” lasciati dopo gli arresti». Un cambiamento culturale, dunque, «che possa portare al coraggio di abbattere quell’ omertà e quel negare l’ esistenza della ‘ndrangheta nel nostro territorio».

Ecco perché, secondo Militare, il riconoscimento della cittadinanza onoraria al procuratore Gratteri deve essere «espressione trasversale e senza bandiera di chi, senza se e senza ma, vuole dare un forte segnale di distanza da chi opera nella criminalità organizzata, celebrando invece chi mette al primo posto il senso dello Stato. Auspichiamo che tutte le forze politiche e associative del territorio supportino questa mozione». Infine, la richiesta a Franco Procopio, presidente del consiglio comunale di Pizzo, di approvare la mozione «inserendola come punto all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale ed impegnando sindaco e giunta comunale a comunicare al procuratore Gratteri la volontà dello stesso Consiglio di conferirgli la cittadinanza onoraria del nostro Comune».

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott: riconosciuta per la prima volta l’esistenza di un’associazione mafiosa a Pizzo

Stefanaconi e Pizzo al voto: l’indagine Petrol Mafie ed i rapporti fra Solano, D’Amico e Muzzopappa

Articoli correlati

top