Referendum costituzionale: a Cessaniti nasce il Comitato per il “Si”

Il neonato gruppo ha subito promosso un incontro pubblico con due costituzionalisti di rilievo: Carlo Fusaro di Firenze e Alessandro Mazzitelli di Cosenza

Il neonato gruppo ha subito promosso un incontro pubblico con due costituzionalisti di rilievo: Carlo Fusaro di Firenze e Alessandro Mazzitelli di Cosenza

La locandina dell'evento
Informazione pubblicitaria

E’ uno dei primi comitati a sostegno del “Sì” al referendum costituzionale nato in provincia di Vibo Valentia. Pochi giorni fa a Cessaniti è stato creato il gruppo che ha formato il Comitato “Cessaniti per il Si”. Quello dei promotori, è un sostegno convinto alla riforma costituzionale.

Informazione pubblicitaria

«Da quasi quarant’anni – si legge in una nota – nel nostro paese si discute di riforme costituzionali ed istituzionali. Varie commissioni bicamerali si sono succedute dagli anni ‘80 ad oggi, ma nessuna idea, proposta, progetto di legge e riforma è andata in porto per ciò che concerne la modifica della seconda parte della Costituzione. Nell’impossibilità di modificare la carta costituzionale si è cercato di razionalizzare la forma di governo parlamentare-assembleare attraverso la riforma, con legge ordinaria, del sistema elettorale. Lo si è fatto attraverso la svolta maggioritaria dei primi anni ‘90, lo si è fatto a livello locale e regionale con l’elezione diretta dei sindaci e dei presidenti di regione».

E, ancora, «oggi, a circa settant’anni di distanza, riteniamo valide, e facciamo nostre, le proposte di chi (politici, giuristi, politologi, storici) sostiene che vada abolito il cosiddetto bicameralismo perfetto: l’Italia è l’unica democrazia consolidata ad avere ancora due camere che fanno le stesse cose, ad avere circa mille parlamentari, ad avere un sistema parlamentare basato sull’intermediazione e sulla negoziazione con una proposta di legge che deve passare attraverso il ping-pong tra Camera e Senato e con partiti che, addirittura, in un ramo del parlamento propongono un determinato disegno di legge, mentre lo stesso partito, nell’altra Camera stravolge quello stesso disegno di legge con un conseguente meccanismo farraginoso che ostacola lo snellimento del processo legislativo. Questo è, secondo noi, il paradigma dal quale partire. Ma il comitato “Cessaniti per il SI’”, oltre a sostenere con forza il “SI” al referendum, si prefigge un obiettivo preminente: quello, nel nostro piccolo, di poter fare informazione, di poter discutere nel merito dei temi e delle proposte in campo. Lo vogliamo fare in maniera laica e appassionata. Lo vogliamo fare tenendoci lontani dall’agone politico».

Per queste ragioni, sabato 11 giugno, alle 17.30, a Favelloni di Cessaniti, in Piazza Scalabrini, si terrà un incontro pubblico con i cittadini e alla presenza di due costituzionalisti: Carlo Fusaro dell’Università di Firenze, a favore del “SI”, e Alessandro Mazzitelli, dell’Università della Calabria a favore del “NO”.

«Discuteremo insieme a loro e ai giornalisti della stampa locale – conclude il comitato – in una tavola rotonda per dialogare insieme su un tema cosi complesso ed importante come la riforma costituzionale».