Il Comune di Zambrone volta pagina, si insedia Corrado L’Andolina

Centinaia di persone al Consiglio di insediamento. Il sindaco: «Siamo pronti ad lavorare per il paese». Marina Grillo eletta presidente del civico consesso

Centinaia di persone al Consiglio di insediamento. Il sindaco: «Siamo pronti ad lavorare per il paese». Marina Grillo eletta presidente del civico consesso

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La nuova compagine amministrativa uscita fuori dalle urne delle comunali del 5 giugno si è ufficialmente insediata. La seduta si è svolta presso il Centro servizi sociali e ciò per due motivi. Innanzitutto in quanto il Municipio è in fase di ristrutturazione. In secondo luogo per il rilevante flusso di presenze: circa trecento gli astanti. Segno che la comunità ha percepito il cambiamento.
Dopo la convalida, il giuramento del neo eletto sindaco, Corrado L’Andolina. Nel suo articolato intervento, il primo cittadino ha così motivato il senso della sua scelta verso l’impegno politico, definendola «quella del coraggio, della resistenza e della tenacia che viene dalla fiducia nelle proprie idee, dalla certezza delle proprie ragioni, dalla speranza che esse siano prima o poi condivise da altri disposti a compiere lo stesso percorso, a sobbarcarsi i medesimi sacrifici, ad accettare le medesime delusioni. Ed è la strada che abbiamo scelto io ed i miei compagni di percorso».
Marina Grillo (seconda degli eletti nello schieramento di maggioranza) è stata eletta presidente del Consiglio. Suo vice è stato designato, Nicola Grillo, da Daffinacello (terzo degli eletti). Costituiti pure i due gruppi. Per lo schieramento “Identità e futuro per Zambrone”, capogruppo sarà Vincenzina Carrozzo. Per quello di minoranza “Zambrone, ieri, oggi, domani”, Rocco Giannini. Approvate, infine, le linee programmatiche col voto compatto della maggioranza e l’astensione della minoranza.

Informazione pubblicitaria