giovedì,Aprile 18 2024

Retribuzione al Museo di Soriano, si sveglia anche il Pd dopo anni di incarichi a titolo gratuito

Il segretario del Partito democratico Giovanni Di Bartolo annuncia che interesserà il senatore Nicola Irto per un'interpellanza al ministro della Cultura

Retribuzione al Museo di Soriano, si sveglia anche il Pd dopo anni di incarichi a titolo gratuito
Il chiostro dell'antico convento di San Domenico
Polo Museale di Soriano

La vicenda relativa all’avviso per la selezione del direttore del Polo museale di Soriano Calabro sta suscitando le perplessità degli operatori del settore e dell’opinione pubblica locale, fino ad arrivare all’attenzione degli organi di informazione nazionale. Ci si domanda, infatti, come sia possibile che il Comune di Soriano, attualmente amministrato da una commissione straordinaria, abbia bandito la selezione per un profilo professionale altamente qualificato, prevedendo di retribuirlo con una cifra ingiustificabile e al limite delle norme sul lavoro: cinquecento euro”. Ad affermarlo è il segretario provinciale del Pd, Giovanni Di Bartolo, a seguito del bando indetto dal Comune delle Preserre per la selezione pubblica riguardante l’affidamento della direzione del Polo Museale di Soriano Calabro (museo comunale) per tre anni, con eventuale espressa proroga di ulteriori tre anni. A far discutere è la retribuzione prevista per il direttore: l’importo mensile è di 500,00 euro, oltre al riconoscimento della spesa connessa al rimborso dei viaggi debitamente comunicati per l’espletamento dell’incarico il quale, con le precedenti amministrazioni si è svolto, invece, a titolo gratuito.
“È una condizione inaccettabile per gli operatori dei beni culturali, inefficace per le funzioni del museo e inadeguato per attuare gli obiettivi di gestione, valorizzazione e promozione del Polo – ha aggiunto e concluso Di Bartolo -. Sarebbe opportuno che i commissari chiarissero quali valutazioni sono state fatte per determinare i criteri di valutazione e la retribuzione del direttore. Insieme al senatore Nicola Irto seguiremo questa vicenda e proporremo un’interpellanza all’indirizzo del ministro della Cultura per sollecitare risposte su questo caso e affinché si apra una discussione più ampia sulle politiche da realizzare per il settore dei Beni culturali”. [Continua in basso]

Sin qui il segretario del Pd, Giovanni Di Bartolo. Va ricordato, in ogni caso, che negli scorsi anni, e sino ad oggi, la vicenda degli incarichi direzionali a Soriano Calabro non ha suscitato uguale interesse in quanti – proprio in questi giorni – a vario titolo e a mezzo stampa e social, pongono l’accento sulla retribuzione prevista per il direttore del Museo comunale. Proprio a Soriano, infatti, i professionisti deputati al coordinamento e alla direzione dei Musei hanno lavorato negli ultimi dieci anni a titolo gratuito (come attestano i documenti reperibili all’Albo pretorio del Comune) senza che nessuno abbia avuto nulla da dire al riguardo.

LEGGI ANCHE: L’ inchiesta | Imputato in processi antimafia sposo al MuMar di Soriano. E le autorizzazioni?

Matrimonio al MuMar senza permessi, la replica dell’ex sindaco di Soriano e la nostra risposta

Matrimonio al MuMar senza permessi, la replica dell’ex sindaco di Soriano e la nostra risposta

Articoli correlati

top