Strade provinciali abbandonate, il sindaco di Ricadi scrive a Solano

Il primo cittadino Giulia Russo scrive all’amministrazione provinciale per segnalare la «disastrosa situazione» della viabilità di competenza dell’ente intermedio

Il primo cittadino Giulia Russo scrive all’amministrazione provinciale per segnalare la «disastrosa situazione» della viabilità di competenza dell’ente intermedio

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Non bastano le telefonate e neanche gli incontri con il prefetto a fare da “testimone”: il sindaco di Ricadi, Giulia Russo, questa volta scrive e intima il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, per il problema della viabilità. «Per l’ennesima volta – afferma il primo cittadino nella missiva inviata anche all’intera amministrazione provinciale – segnaliamo la disastrosa situazione delle strade provinciali che attraversano il territorio comunale ricadese. Oltre a presentare, in alcuni punti, voragini nel manto stradale, esse sono ormai completamente invase dalle erbacce di ogni tipo, rappresentando, quindi, un pericolo per la circolazione stradale e uno spettacolo indecoroso per i cittadini e i numerosi turisti che in questo periodo dell’anno affollano il comune». Il grido d’allarme del sindaco democrat riguarda una tematica, quella della condizione degli assi viari provinciali, che il presidente eletto dal centrodestra ha nel recente passato affrontato anche attraverso riunioni con i primi cittadini, annunciando azioni straordinarie di coordinamento che, probabilmente, non hanno ancora prodotto gli effetti sperati, almeno a parere della Russo. «Più volte questo Ente – conclude il sindaco – ha sollecitato interventi, quanto meno ordinari, purtroppo, però, la Provincia, ancora oggi, non ha mandato un solo operaio o un solo mezzo meccanico, quasi che il comune di Ricadi non facesse parte del territorio provinciale. Siamo davanti a minacce costanti per il transito dei mezzi, anche di soccorso e in alcuni punti anche dei pedoni».    

Informazione pubblicitaria