Vibo, nuovo appalto rifiuti: il Comune coinvolge le associazioni

Il sindaco Limardo e l’assessore Primerano attivano lo strumento del “Controllo civico” per raccogliere proposte, critiche e suggerimenti per migliorare il servizio partendo dai cittadini

Il sindaco Limardo e l’assessore Primerano attivano lo strumento del “Controllo civico” per raccogliere proposte, critiche e suggerimenti per migliorare il servizio partendo dai cittadini

Informazione pubblicitaria

Il Comune di Vibo Valentia è alle prese con il nuovo appalto per la gestione dei rifiuti, dato il contratto in scadenza con la Dusty a dicembre. Dopo avere già realizzato la “struttura portante” del nuovo capitolato, con il lavoro dell’assessore all’Ambiente Vincenzo Bruni e dei tecnici comunali, l’ente ha deciso di mettere in campo tutti gli strumenti utili a raggiungere il traguardo del 65% di raccolta differenziata, migliorando quindi il servizio e riducendo i costi per l’ente per il conferimento in discarica. 

Informazione pubblicitaria

«Sono stati vagliati in particolare – scrivono Maria Limardo e Domenico Primerano in una nota – i punti di debolezza del servizio, che è tra quelli che impattano in modo significativo sulla qualità della vita delle persone. La pulizia come sappiamo gioca un ruolo fondamentale ed irrinunciabile per arrivare alla salubrità dei nostri ambiti di vita quotidiana. Lo sporco ed il disservizio, i rifiuti abbandonati, le micro discariche cittadine sono protagonisti in negativo dell’insoddisfazione dei cittadini. La lotta alla sporcizia e il decoro si muovono su un terreno di battaglia comune, la città». Per questi motivi, il primo cittadino e l’assessore alla Cittadinanza attiva, «convinti della necessità di accrescere la sensibilità alla partecipazione civica dei servizi pubblici, hanno ritenuto opportuno dare maggiore impulso al tema degli appalti e partecipazione civica, invitando le associazioni ed i cittadini a dare suggerimenti e proposte per il miglioramento del servizio gestione rifiuti. Le associazioni nella gestione del nuovo appalto dei rifiuti saranno coinvolte nella valutazione del servizio, attraverso il “Controllo civico”, uno strumento ideato da diversi anni nei vari settori dei beni pubblici. L’audit civico consiste in un’analisi critica e sistematica del servizio finalizzata a valutare dimensioni e fattori di qualità dal punto di vista del cittadino. Le proposte ed i suggerimenti – conclude la nota – possono essere inviate anche tramite e-mail al seguente indirizzo: segreteriagenerale@comune.vibovalentia.vv.it».