Meno plastica a Vibo, passa in Consiglio la proposta di Santoro

Il consigliere comunale del M5S ha illustrato in aula i benefici della scelta, dal municipio alle scuole passando per la ristorazione e la distribuzione alimentare

Il consigliere comunale del M5S ha illustrato in aula i benefici della scelta, dal municipio alle scuole passando per la ristorazione e la distribuzione alimentare

Informazione pubblicitaria

Il consiglio comunale di Vibo Valentia ha approvato la proposta di rendere Plastic Free i luoghi comunali. Una proposta presentata unitariamente da tutte le opposizioni, illustrata da Domenico Santoro (M5S), come primo firmatario, e che tende a liberare dalla plastica monouso entro l’anno tutti i luoghi comunali, dal municipio alle scuole, aree in cui la plastica sarà sostituita da prodotti compostabili, carta o altro. La maggioranza ha approvato questa proposta, con in testa il sindaco Maria Limardo, esprimendo apprezzamento per una proposta che faceva parte anche del programma elettorale. Quindi sia la ristorazione, le scuole, la distribuzione alimentare e le mense saranno incentivate a passare fin da subito al “Free Plastic”, senza aspettare la data del 2021 stabilita dalla Comunità europea. “Sono state inoltre inseriti – spiega Santoro – anche incentivi per l’uso delle borracce e della distribuzione dell’acqua automatica in bidoni. Oggi Vibo Valentia può dire di aver fatto un vero passo avanti verso una modernità sostenibile”.