sabato,Giugno 22 2024

Elezioni a Vibo, Lo Schiavo: «Siamo l’anima progressista della coalizione che sostiene Romeo»

Il consigliere regionale ribadisce le motivazioni che lo hanno spinto insieme ad Alleanza Verdi e Sinistra a mettere in campo una lista «autonoma, senza capi-elettori o apparati di potere»

Elezioni a Vibo, Lo Schiavo: «Siamo l’anima progressista della coalizione che sostiene Romeo»
Da sinistra, Antonio Lo Schiavo e il candidato a sindaco Enzo Romeo

Il movimento regionale Liberamente progressisti sarà presente alle prossime elezioni amministrative dell’8 e del 9 giugno a Vibo Valentia con una propria lista, allestita dal leader dello stesso movimento, il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, insieme a Alleanza Verdi e Sinistra. Il patto elettorale che unisce le istanze progressiste, pacifiste ed ecologiste – si legge in una nota – correrà sotto le comuni insegne della lista denominata “Progressisti per Vibo”, il cui simbolo contiene, appunto, i loghi di entrambi i soggetti politici. Ventotto i candidati della lista, espressione del mondo delle professioni, del volontariato, del sociale nonché storici esponenti di area «che hanno creduto convintamente nella proposta rappresentata dal consigliere regionale vibonese schierandosi al suo fianco e, insieme a lui, a sostegno del candidato della coalizione di centrosinistra Enzo Romeo».

«Abbiamo lavorato con estrema determinazione – afferma Lo Schiavo nella nota – per la formazione di una lista che vuole incarnare l’anima progressista della coalizione di centrosinistra, convinti che questo elemento possa apportare un contributo significato, sia in termini di qualità che di consensi, alla corsa del nostro candidato Enzo Romeo verso l’elezione a primo cittadino. L’aver puntato su tanti professionisti e su figure estremamente qualificate, su attivisti di comprovata passione politica e civile nonché su amministratori di chiara esperienza e affidabilità; l’aver privilegiato logiche di trasparenza, dirittura morale e onestà in luogo di meri calcoli elettorali; l’aver, infine, scelto in base alle competenze e alla determinazione dei candidati nel voler incidere positivamente nel necessario e ormai improcrastinabile cambiamento della nostra città, sono certo offrirà agli elettori la possibilità di fare una scelta consapevole e di poter dare il proprio voto a persone libere, appassionate, desiderose di dare il proprio contributo».

Lo Schiavo, dopo aver rimarcato che è stato così mantenuto «l’impegno con la coalizione di centrosinistra» sottolinea che «dietro la lista Progressisti per Vibo non ci sono capi-elettori o apparati di potere né macchine del consenso, non ci sono incarichi da distribuire o cambiali politiche da saldare». «C’è solo il lavoro certosino di costruzione, mattone dopo mattone, di una proposta seria e credibile – conclude il consigliere regionale – e di un gruppo coeso e consapevole che si è ritrovato nel perimetro di valori morali e obiettivi politici condivisi e li ha messi a disposizione della coalizione di centrosinistra che, con Enzo Romeo sindaco, tornerà alla guida della città di Vibo Valentia dopo tre lustri di amministrazione ininterrotta da parte delle destre».

Articoli correlati

top