sabato,Giugno 22 2024

L’Anpi di Vibo alla manifestazione nazionale in difesa della Costituzione: «Tutti i candidati si dichiarino antifascisti»

L'associazione annuncia la sua partecipazione all’iniziativa che si terrà a Napoli il 25 maggio e lancia un appello anche agli elettori: «Andate a votare e difendete i valori della democrazia»

L’Anpi di Vibo alla manifestazione nazionale in difesa della Costituzione: «Tutti i candidati si dichiarino antifascisti»

Anche l’Anpi di Vibo parteciperà alla manifestazione nazionale in difesa della Costituzione, che si terrà a Napoli il prossimo 25 maggio. È quanto informa una nota, nella quale si sottolinea che l’Anpi Vibo prenderà parte all’iniziativa La Via Maestra – promossa dalla Cgil con l’adesione di circa 160 organizzazioni – «con convinzione, perché è sempre più urgente difendere la nostra democrazia, la nostra Repubblica parlamentare, dai tentativi sempre più incisivi di stravolgere i principi fondanti della nostra Costituzione che ha disegnato un’Italia unita, solidale, egualitaria, nella quale tutti i diritti dei cittadini sono riconosciuti e garantiti».

La sezione vibonese dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia, poi, si concentra sulle critiche alle riforme promosse dal Governo «ovvero l’autonomia differenziata ed il premierato, che, se attuate, stravolgeranno l’essenza stessa della Costituzione, nata dalla lotta antifascista della guerra di Resistenza, dal sacrificio dei partigiani».

«Non sfugge, inoltre – continua la nota -, che sono continuamente e subdolamente attaccate anche la libertà di informazione, di manifestazione, di espressione del dissenso, con mezzi spesso poco libertari. Per non parlare dei diritti sociali, specie quelli delle donne, la cui libertà di scelta e di autodeterminazione è fortemente messa in discussione».

Infine, un appello in vista della tornata elettorale dell’8 e 9 giugno: «Chiediamo a tutte le elettrici ed a tutti gli elettori a rinunciare alla tentazione dell’astensionismo e ad esercitare un voto che garantisca che gli eletti, nelle nostre città ed in Europa, adottino scelte politiche antifasciste, che si ispirino ai principi fondanti della nostra Costituzione e garantiscano il pieno rispetto della Democrazia che non può prescindere dalla garanzia della libertà, della solidarietà, dell’uguaglianza, dal rispetto degli ultimi e dei disagiati. Auspichiamo, ancora – concludono dall’Anpi -, che ognuno dei candidati a sindaco, di ogni comune della nostra provincia chiamato ad eleggere i propri amministratori, esprima con chiarezza la sua adesione ai principi costituzionali dichiarando il proprio essere antifascista». 

Articoli correlati

top