Renzi raccoglie adesioni anche a Vibo: Maria Salvia lascia il Pd

Componente della direzione nazionale e già assessore provinciale, lascia il partito dopo anni di militanza ed annuncia l’ingresso in Italia Viva
Componente della direzione nazionale e già assessore provinciale, lascia il partito dopo anni di militanza ed annuncia l’ingresso in Italia Viva
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Partito democratico perde pezzi pure a Vibo Valentia. Anzi, continua a perderli. La scissione di Matteo Renzi non poteva non avere ripercussioni anche sui territori, ed infatti in città lascia una figura da sempre interna ai dem. Si tratta di Maria Salvia, dirigente scolastico, componente della direzione nazionale, che ha appena presentato le sue dimissioni al presidente nazionale. Nel comunicare l’abbandono ai dem, la Salvia spiega di avere «apprezzato lo sforzo a favore della conferenza delle donne». Ma è soprattutto l’ultimo passaggio quello cruciale: «Contestualmente annuncio la mia adesione a Italia Viva, nuovo movimento politico fondato da Matteo Renzi».

Informazione pubblicitaria

La Salvia, che in passato ha ricoperto anche il ruolo di assessore provinciale quando ancora l’ente intermedio aveva un determinato peso nelle dinamiche socio-economiche del territorio, è quindi la prima nel Vibonese a saltare sulla nave di Renzi. Ed anche se l’ex premier non ha più l’ovvio potere di un tempo, si preannunciano nuove adesioni. A discapito del Pd, principalmente ma non solo. Un dato è ormai assodato: le eterne lotte intestine e la gestione padronale del partito – che in ogni appuntamento ufficiale non fa altro che lodare la propria presunta collegialità salvo nei fatti fare il contrario – ne stanno determinando un forte ridimensionamento. Questo, ovviamente, per usare un eufemismo…