domenica,Aprile 18 2021

Dimensionamento scolastico, Niglia scrive ad Oliverio

Il presidente della Provincia contesta l’assunzione di «un potere di stretta competenza della Giunta regionale» da parte della dirigente del settore Cultura della Regione

Dimensionamento scolastico, Niglia scrive ad Oliverio

Il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Andrea Niglia, ha inviato una missiva al presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, in merito ai rilievi che la dirigente regionale del settore Cultura e Istruzione, Sonia Talarico, ha mosso al Piano provinciale di Dimensionamento scolastico 2017/‘18, «assumendosi – secondo lo stesso Niglia – un potere di stretta competenza della giunta regionale».

Il presidente della Provincia esprime il proprio rammarico perché: «La comunicazione, cui si fa riscontro, non solo non è ad oggi formalmente pervenuta a questo Ente, ma essa è stata già formalmente diffusa da organi di stampa, con un’evidente scorrettezza istituzionale».

La Regione boccia il Piano di dimensionamento scolastico della Provincia, Mirabello: «Gravi incongruenze»

La comunicazione istituzionale di Niglia vede, come detto, quale principale destinatario il presidente Oliverio ma è indirizzata anche al presidente del consiglio regionale, Nicola Irto; al vice presidente della Giunta, Antonio Viscomi; all’assessore regionale alla Cultura e all’Istruzione, Federica Roccisano; al dirigente generale della Regione, Pasquale Anastasi e, per conoscenza, al presidente dell’Unione delle Province calabresi, Franco Bruno e alla dirigente regionale, Sonia Talarico.

Il presidente della Provincia di Vibo nella lettera ribadisce, inoltre, alla Regione Calabria la posizione delle Province nell’ambito dell’ordinamento giuridico italiano: «Quale elemento costitutivo al pari dello Stato, delle Regioni e dei Comuni, per come sancito dal recente referendum popolare» e nelle proprie considerazioni, inerenti le prese di posizione “illegittime” della dirigente Talarico, evidenzia che: «non viene esercitato il potere sostitutivo nei modi previsti».

Dimensionamento scolastico, Marasco (Si): «Molte incongruenze nel Piano della Provincia»

top