Regionali, nuovi aspiranti consiglieri nel centrodestra vibonese – Video

In attesa del decreto di convocazione delle elezioni, e di conoscere i candidati alla presidenza, non si ferma la “macchina” politica
In attesa del decreto di convocazione delle elezioni, e di conoscere i candidati alla presidenza, non si ferma la “macchina” politica
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il presidente Mario Oliverio ha annunciato la data delle elezioni: in Calabria si dovrebbe votare il prossimo 26 gennaio. Ma in attesa del decreto – e soprattutto in attesa di conoscere i candidati alla presidenza – gli aspiranti consiglieri iniziano a farsi avanti. E nel centrodestra vibonese, negli ultimi giorni, sta crescendo il numero di chi ambisce ad uno scranno a Palazzo Campanella.

Informazione pubblicitaria

Resta pienamente in pista, essendo partito in largo anticipo rispetto agli altri, Vito Pitaro, che non si limita allo zoccolo duro del suo elettorato sul capoluogo vibonese ma punta ad aggregare consenso anche nel Catanzarese e nel Crotonese. Nell’orbita di Forza Italia, invece, al di là della lista in cui andrà a finire, sta lanciando la sua candidatura Pasquale Farfaglia, già sindaco di San Gregorio d’Ippona con un trascorso nell’Udc. Tra i nomi nuovi anche quello dell’ingegnere Romano Mazza, che nei giorni scorsi ha incontrato numerosi colleghi e architetti annunciando questa sua intenzione. Tra gli azzurri, non ha ancora abbandonato del tutto l’idea Lorenzo Lombardo, anche se molto dipenderà, in questo caso, dalla “presidenza”. Nell’Udc è già in corsa da mesi il sindaco di Capistrano Marco Martino, che ha ricevuto la benedizione, molto tempo fa, del leader nazionale dello Scudocrociato Lorenzo Cesa. La sfida è più che mai agguerrita in Fratelli d’Italia. Vincenzo Pasqua, consigliere uscente, per trovare una riaffermazione a Palazzo Campanella dovrà superare una concorrenza ostica, dato che nella stessa lista – in attesa del via libera nazionale – dovrebbe trovare ospitalità pure Francesco De Nisi, con l’ex sindaco di Serra, Bruno Rosi, a fare da “terzo incomodo”. Ancora aperta la partita nella Lega, a Vibo si dovrebbe trovare l’unità su un nome tra quelli in campo, che vanno dall’ex consigliere comunale Fausto De Angelis, già candidato in altre competizioni e molto vicino al quasi europarlamentare Vincenzo Sofo, a dirigenti come Gregorio La Gamba e Antonio Piserà, ferma restando l’incognita sul coordinatore ed ex questore di Vibo Angelo Carlutti.

LEGGI ANCHE: Regionali, Mangialavori si chiama fuori dalla corsa alla presidenza
Regionali, l’effetto Umbria nello scacchiere politico vibonese
Regionali, l’ipotesi Mangialavori presidente e gli aspiranti consiglieri – Video