giovedì,Aprile 15 2021

Crisi al Comune di Vibo, Soriano: «Costa ci dica se ha ancora una maggioranza»

Dopo la presa di distanza dall’operato del sindaco, seguita al rimpasto di Giunta, da parte del presidente del Consiglio Stefano Luciano, il segretario cittadino del Pd affonda il dito nella piaga: «Così la città va verso il baratro»

Crisi al Comune di Vibo, Soriano: «Costa ci dica se ha ancora una maggioranza»

«La situazione politica che si sta creando all’interno dell’amministrazione comunale di Vibo Valentia ci spinge a chiedere al sindaco Costa se ad oggi abbia ancora la maggioranza consiliare per portare avanti un progetto politico che comincia a mostrare tutte le sue lacune a partire dal falso civismo mascherato per concludersi nella “città che vorrei ma non posso”».

È quanto sostiene, in una nota, il segretario cittadino del Partito democratico, Stefano Soriano, ponendo l’accento sulla crisi di maggioranza scaturita dal rimpasto di Giunta effettuato dal primo cittadino vibonese Elio Costa.

«Dopo un elefantiaco (nei tempi) rimpasto di Giunta che ha visto misurarsi a colpi di comunicati stampa i vari “gruppi civici” (leggasi partiti mascherati) – scrive Soriano – e la nota del gruppo Vibo Unica con cui si comunicava al Sindaco una sfiducia, di fatto, politica ed amministrativa, ci chiediamo con quale maggioranza l’amministrazione Costa intenda andare avanti in un momento cosi delicato per la vita della nostra città».

Implode la maggioranza al Comune di Vibo, Luciano e Grillo sfiduciano Costa

Il Sindaco Costa, si chiede quindi il segretario cittadino del Pd, ha «ancora la maggioranza in seno al consiglio o intende trascinare la città nel baratro di una crisi politica che avrà ripercussioni forti su una città che di certo non sta vivendo un momento felice? I molti problemi – insiste – che hanno necessità di soluzione, dalla questione della gestione dei rifiuti ferma oramai da mesi alle strade sempre più disastrate e bisognose di interventi urgenti, fino a giungere alle questioni che riguardano il Tribunale nuovo senza dimenticare il piano di protezione civile ed il completamento della verifica sismica di vulnerabilità sulle scuole e gli altri edifici strategici, non possono ulteriormente attendere i tempi di risoluzione di una crisi che ha solo risvolti politici ed i cui effetti saremo costretti a pagare ancora una volta noi cittadini».

Quindi l’affondo di Soriano: «Questa Amministrazione sino ad oggi ha navigato a vista ed a quasi due anni di legislatura si trova già a gestire questioni prettamente politiche che rallenteranno ulteriormente il già lento percorso amministrativo. Ci sentiamo, pertanto, di chiedere al sindaco Costa di verificare rapidamente se ha ancora una maggioranza capace di amministrare, seriamente, questa città oppure se cosi non fosse di rassegnare le dimissioni per non permettere alla politica mascherata da civismo di affossare definitivamente questa città».

top