Edilizia scolastica, stanziati oltre 780mila euro per due scuole di Stefanaconi

Si tratta di fondi destinati dalla Regione Calabria all’adeguamento sismico della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado. Soddisfatto il sindaco Di Sì

Si tratta di fondi destinati dalla Regione Calabria all’adeguamento sismico della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado. Soddisfatto il sindaco Di Sì

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Stefanaconi

Importanti finanziamenti in materia di edilizia scolastica sono stati ottenuti dal Comune di Stefanaconi ai fini dell’adeguamento sismico di due edifici scolastici: quello che ospita la Scuola Secondaria di I grado, in piazza della Repubblica, e quello che ospita la Scuola Primaria sito in piazza Santa Maria. 

Gli stessi edifici saranno interessati da interventi finalizzati al consolidamento infrastrutturale in materia antisismica per un importo complessivo di circa 784.000 euro, dei quali 338.580 euro destinati alla Scuola Secondaria di I grado e 445.500 euro destinati alla Scuola Primaria. Si tratta, nel secondo caso, dell’edificio che, tra le altre cose, nel maggio del 2016 è stato interessato da un incendio di matrice dolosa che ha seriamente danneggiato i locali distruggendo numerosi arredi e il quadro di controllo dell’impianto fotovoltaico istallato sul tetto della struttura. 

Furto con scasso all’asilo nido di Stefanaconi, sottratte attrezzature per migliaia di euro

I fondi sono stati stanziati a favore di progetti presentati dal Comune di Stefanaconi attraverso il decreto del Dipartimento Infrastrutture, lavori pubblici e mobilità della Regione Calabria nell’ambito del “Patto per lo sviluppo della Regione Calabria” che attinge dalla Delibera del Cipe n. 20/2016 “Fsc 2014/2020: Piano per il Mezzogiorno”. 

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Stefanaconi, Salvatore Di Sì a nome dell’amministrazione comunale per «un risultato di importante che gratifica gli sforzi compiuti nell’assicurare alla collettività strutture scolastiche sicure e servizi pubblici adeguati».