Vertenza Italcementi, Lo Schiavo riporta il dibattito in Consiglio

Il consigliere comunale d’opposizione presenta un ordine del giorno finalizzato al rilancio dei progetti di riconversione produttiva dello stabilimento di Vibo Marina. «La città - afferma - riprenda in mano le sorti del sito industriale»

Il consigliere comunale d’opposizione presenta un ordine del giorno finalizzato al rilancio dei progetti di riconversione produttiva dello stabilimento di Vibo Marina. «La città - afferma - riprenda in mano le sorti del sito industriale»

Informazione pubblicitaria
Antonio Lo Schiavo in consiglio comunale

«Premesso che il 12 dicembre 2016 si è tenuto, alla Regione Calabria, un incontro istituzionale con il management del Gruppo Italcementi/Heidelberg per la riapertura della vertenza relativa ai siti di Castrovillari e di Vibo Valentia; che dopo quell’incontro non si è avuta ulteriore notizia di ulteriori incontri istituzionali o di iniziative aventi come tema la prospettiva di reindustrializzazione dell’area Italcementi di Vibo Marina e di una riconversione produttiva del sito e dello stabilimento; che pertanto spetta alla città di Vibo il compito di riprendere ogni attività di interlocuzione con gli attori istituzionali in ordine al futuro del sito industriale di Vibo Marina» si propone al consiglio comunale di Vibo Valentia di riprendere in mano la con decisione l’annosa questione.

Italcementi Vibo, l’azienda disponibile alla bonifica e alla cessione del sito

La vicenda del sito Italcementi di Vibo Marina torna d’attualità nel dibattito politico con la proposta di ordine del giorno, avanzata dal consigliere comunale d’opposizione Antonio Lo Schiavo, ai fini della discussione nel prossimo consiglio comunale. Nel dettaglio, ciò che Lo Schiavo propone nell’ordine del giorno protocollato questa mattina è che il consiglio comunale deliberi, come atto di indirizzo politico, di «costituire una delegazione composta dal Sindaco della città e da quattro membri scelti tra i consiglieri comunali».

Italcementi, il Partito democratico prende posizione

Ciò allo scopo di «riprendere ogni attività di interlocuzione con gli attori istituzionali e sindacali del territorio in ordine al futuro del sito industriale di Vibo Marina; rappresentare la città di Vibo Valentia in ogni tavolo relativo alla Vertenza Italcementi; elaborare, dopo una consultazione con le forze sociali e produttive, una proposta per la riconversione produttiva dello stabilimento, da sottoporre all’approvazione del consiglio comunale».

Riconversione dell’Italcementi, Lo Schiavo: «Vibo sceglie l’irrilevanza» (VIDEO)

Ancora, nell’ordine del giorno si evidenzia la necessità di: «chiedere formalmente al ministero dello Sviluppo economico e del lavoro la convocazione di un incontro con il management del Gruppo Italcementi/Heidelberg onde poter sottoporre le proposte che, come città di Vibo Valentia, si intenderà avanzare per la riconversione del sito industriale».