sabato,Maggio 8 2021

Arena, 150mila euro per il castello e il museo civico medievale

Siglata l’intesa tra il Comune e la Regione Calabria. Il sindaco Schinella: «Ringrazio Oliverio, realizzeremo un piccolo gioiello con tecnologie avanzate»

Arena, 150mila euro per il castello e il museo civico medievale

Valorizzare il castello e realizzare un museo civico medievale. È questo l’obiettivo della convenzione firmata dal sindaco di Arena Antonino Schinella e dal presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. L’importante passaggio giunge all’indomani dell’intesa con le Università di Siena e della Basilicata, e con la supervisione della Soprintendenza ai Beni archeologici della Calabria. Con la sottoscrizione, avvenuta nella sala oro della Cittadella regionale a Catanzaro, alla presenza, tra gli altri, del rappresentante del ministero per i Beni culturali, dell’assessore regionale alle Attività culturali, del direttore generale del dipartimento regionale Domenico Schiava, del vicesindaco Adriano Ienco e dell’assessore comunale Francesco Sorbara, si conclude il percorso di un programma d’interventi per la realizzazione, ad Arena, di un museo, nell’ambito di un più complessivo progetto strategico sui beni culturali della Calabria che riguarda il ripristino, la tutela e il restauro delle aree archeologiche, la tutela dei castelli e delle fortificazioni militari.

«Da anni lavoriamo alacremente con l’intento di mettere in campo le azioni necessarie per attuare politiche di tutela e valorizzazione del prestigioso sito del castello normanno di Arena, la cui promozione costituisce un elemento primario rispetto al quale abbiamo l’obbligo di impegnarci in maniera efficace. Noi lo abbiamo voluto fare – ribadisce il sindaco Schinella – scostandoci dal campanilismo gestionale, creando delle reti, promuovendo accordi tra istituzioni diverse, nella convinzione che soltanto mettendo insieme le competenze e le funzioni di ciascun ente si possa valorizzare l’inestimabile patrimonio architettonico, storico e culturale che vanta Arena. Dopo il protocollo di intesa siglato con il Parco delle Serre per la gestione dell’area archeologica, dopo la collaborazione avviata recentemente con le Università di Siena e della Basilicata, oggi, grazie alla sensibilità del governatore Oliverio e del consigliere regionale Michele Mirabello, che ringrazio per l’attenzione, compiamo un altro passo in avanti che ci permette di toccare concretamente con mano un altro risultato tangibile di questo “patto” tra istituzioni attraverso cui intendiamo arrivare a percorsi di valorizzazione finalmente all’altezza».

In particolare, con il finanziamento di 150mila euro concesso dalla Regione, sarà realizzato un museo multimediale, «una sorta di macchina del tempo, un viaggio immersivo e multisensoriale negli aspetti della vita quotidiana del castello, un piccolo gioiello che attraverso l’utilizzo delle tecnologie conduca il visitatore alla scoperta della vita medievale, una proposta che esca dagli stretti confini della comunicazione specialistica rivolta a storici ed esperti per rivolgersi soprattutto al grande pubblico».

top