Regionali, passa la “dottrina Callipo”: salta la candidatura di Censore

Esclusi dalle liste del centrosinistra anche i consiglieri regionali uscenti Greco e D’Agostino e l’ex assessore De Gaetano. Si salva solo Flora Sculco candidata nella lista Democratici e progressisti insieme a Mirabello
Esclusi dalle liste del centrosinistra anche i consiglieri regionali uscenti Greco e D’Agostino e l’ex assessore De Gaetano. Si salva solo Flora Sculco candidata nella lista Democratici e progressisti insieme a Mirabello
Informazione pubblicitaria
Pippo Callipo, candidato alla presidenza della Regione
Informazione pubblicitaria

di Pietro Bellantoni

Passa la linea Callipo. E dunque restano fuori dalle liste del centrosinistra i consiglieri regionali uscenti Orlandino Greco e Ciccio D’Agostino, l’ex assessore regionale Nino De Gaetano e il già parlamentare Bruno Censore. La decisione definitiva sarebbe stata presa nella serata di oggi, dopo una serie di contatti tra lo staff di Callipo, i vertici del Pd e dell’area oliveriana. A confermare la notizia sono fonti regionali del partito di Zingaretti. A salvarsi dal repulisti chiesto e ottenuto dal “re del tonno” è la sola Flora Sculco, il cui nome era inizialmente stato inserito nella lista degli indesiderati. Sarà candidata nella lista Democratici e progressisti, la formazione dove hanno trovato spazio tutti gli esponenti della corrente fedele al governatore. Qui saranno schierati anche i consiglieri regionali uscenti Giuseppe Aieta e Michele Mirabello, oltre all’ex segretario provinciale del Pd di Cosenza Luigi Guglielmelli. Le liste di tutto il centrosinistra, secondo quanto trapela, sarebbero quasi ultimate.

LEGGI ANCHE: Elezioni regionali, i candidati vibonesi tra conferme e sorprese

Informazione pubblicitaria