martedì,Maggio 18 2021

Zungri ricorda Pasquale Mazzitelli, il “sindaco dal garofano rosso”

Ad un anno dalla sua scomparsa una cerimonia ufficiale è stata promossa dal Circolo Primavera con il patrocinio dell’amministrazione comunale

Zungri ricorda Pasquale Mazzitelli, il “sindaco dal garofano rosso”

Un anno fa moriva PasqualeMazzitelli, storico sindaco di Zungridal1980al1999, consigliere provinciale per due mandati e dirigente del Partitosocialistaitaliano. La comunità, per l’occasione, ha pensato di ricordarlo con una cerimonia ufficiale che si svolgerà presso la sala del consiglio comunale domani, sabato 15 febbraio, alle ore 17.30. L’evento è stato organizzato dal Circolo Primavera che per molti anni è stato l’artefice di varie iniziative culturali e aggregative realizzatesi su territorio comunale (in primis la storica sagra della patata) e di cui Pasquale Mazzitelli fu fiero sostenitore. La manifestazione ha anche ricevuto il gratuito patrocinio dell’amministrazione comunale.

Il ricordo | Pasquale Mazzitelli: la politica, la libertà e il garofano rosso

Fra i relatori, si registra la presenza di Leopoldo Chieffallo e GianMariaLebrino, quest’ultimo dirigente nazionale dell’attuale Partito socialista. LidioVallone che con Pasquale Mazzitelli ha condiviso la militanza sia nel Psi che nello Sdi, AntonioLimardo, già vicesindaco di Pasquale Mazzitelli e presidente del Circolo Primavera e il sindaco FrancoGalati per i saluti istituzionali. I lavori saranno coordinati dal sindaco di Zambrone e giornalista CorradoL’Andolina.

Eloquente, il titolo dato alla manifestazione: “Il sindaco del garofano rosso” che esprime, in sintesi, il tratto essenziale della vita pubblica di Pasquale Mazzitelli. La sua fu una vita spesa per la buona amministrazione, per lo sviluppo della sua comunità e per la crescita del senso identitario. Uomini di altra generazione, cui quelli dell’attualità possono trarre insegnamenti per proseguire sul cammino del progresso e della giustizia sociale.

Addio a Pasquale Mazzitelli, Zungri e i socialisti vibonesi piangono l’ex sindaco

top