Comune Vibo, la maggioranza diserta ancora il Consiglio: insorgono i gruppi d’opposizione

Critici i capigruppo Pd e Progressisti per Vibo, Giovanni Russo e Antonio Lo Schiavo. «Manca un progetto di città» attacca il democrat, «Sulle questioni di grande rilevanza la maggioranza è assente» gli fa eco l’esponente di Mdp

Critici i capigruppo Pd e Progressisti per Vibo, Giovanni Russo e Antonio Lo Schiavo. «Manca un progetto di città» attacca il democrat, «Sulle questioni di grande rilevanza la maggioranza è assente» gli fa eco l’esponente di Mdp

Informazione pubblicitaria

«Ancora una volta la maggioranza non si presenta in prima convocazione alla seduta del consiglio comunale. Manca nuovamente il numero legale. Ma ciò che manca è soprattutto un progetto di città, una maggioranza che abbia voglia reale di amministrare e di risolvere i tanti problemi di Vibo Valentia».

A riferirlo è il capogruppo del Pd in consiglio comunale Giovanni Russo, rendendo noto l’esito dell’odierna convocazione dell’assise cittadina, rinviata ancora una volta a causa del mancato raggiungimento del numero legale. «Oggi – spiega Russo – il gruppo consiliare del Pd, insieme al gruppo consiliare “Territorio e libertà”, ha presentato un Ordine del giorno affinché siano effettuate le riprese audiovisive delle sedute pubbliche del consiglio comunale. Le riprese amplierebbero la partecipazione di tutti i cittadini all’attività politica, favorendo la trasparenza e la pubblicità dell’attività amministrativa».

Comune Vibo, la maggioranza diserta il Consiglio. Russo: «Costa sotto ricatto» (VIDEO)

Altro Odg presentato «è quello inerente il rilascio delle concessioni demaniali in assenza del Piano spiaggia, grazie al recepimento delle modifiche apportate dalla regione Calabria alla L.R. 17/2005. Il Comune di Vibo Valentia potrebbe concedere spazi demaniali marittimi consentendo l’apertura di nuovi stabilimenti balneari. Questo consentirebbe – a parere del capogruppo Pd – la creazione di nuovi posti di lavoro e una migliore fruizione delle nostre spiagge». Ancora, il consigliere comunale d’opposizione, dà conto di «un’interrogazione sulle condizioni precarie in cui versano le residenze di edilizia popolare site in viale Affaccio e via Vincenzo Padula, che necessitano di interventi urgenti di manutenzione. Di questo ed altro – attacca Russo – avremmo voluto parlare nel civico consesso di oggi. Ancora una volta non è stato possibile a causa di una maggioranza che a soli due anni dal suo insediamento è alla deriva. E la città che vorrei? È rimasta su un programma elettorale pieno di proclami, buoni solo ad illudere i cittadini vibonesi».

Salta ancora il Consiglio comunale a Vibo, l’opposizione: «Maggioranza allo sbando»

Dello stesso tenore la posizione del gruppo “Progressisti per Vibo” che, in vista della seduta odierna aveva proposto un ordine del giorno sulla questione Italcementi. «Mi sarei aspettato tutt’altro interesse e tutt’altra presenza – ha detto il capogruppo Antonio Lo Schiavo – ma, evidentemente, questa maggioranza non vuole affrontare le emergenze del territorio e preferisce limitarsi a gestire l’ordinaria amministrazione. La chiusura di Italcementi – ha aggiunto – è l’emblema del fallimento industriale della città e oggi avrei voluto chiedere al consiglio comunale di prendere un impegno serio, metterci la faccia e rilanciare il dibattito sul tema. Questo non è stato possibile per ragioni politiche che non consociamo, ma non possiamo non constatare che sulle questioni di grande rilevanza non c’è interesse da parte di questa maggioranza. Di questo avremmo voluto discutere e, invece, ci troviamo costretti a ricorrere a mezzi di comunicazione improvvisati (Lo Schiavo ha parlato in diretta Facebook dall’aula, ndr) visto che anche la diretta televisiva già da noi proposta ci è stata negata. Il sale della democrazia sta anche nel far sì che ciascuno si assuma la responsabilità del suo operato politico e oggi si può vedere chi era presente e voleva discutere e chi invece ha altri obiettivi da perseguire».

Manca ancora il numero legale in Consiglio, i “Progressisti per Vibo”: «Costa non ha più una maggioranza» (VIDEO)