Marciapiedi invasi da vegetazione, l’assessore Scuticchio replica a Lo Bianco

Il delegato comunale all’Ambiente espone il programma degli interventi programmati sul territorio comunale e spiega che «al servizio è stata destinata una seconda squadra di operatori»

Il delegato comunale all’Ambiente espone il programma degli interventi programmati sul territorio comunale e spiega che «al servizio è stata destinata una seconda squadra di operatori»

Informazione pubblicitaria
Un marciapiede a Vibo

«La nota diramata ieri dal coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia Anthony Lo Bianco, la quale segnala situazioni di impraticabilità dei marciapiedi dovuti alla vegetazione spontanea, offre lo spunto per fornire alla cittadinanza notizie sul servizio di decespuglamento e diserbamento».

Non si è fatta attendere la replica dell’assessore comunale all’Ambiente Antonio Scuticchio, a margine dell’intervento di Anthony Lo Bianco, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, che ha denunciato, in una nota, le condizioni di alcuni marciapiedi invasi da erbacce nel centro abitato di Vibo Valentia.

Marciapiedi e strade di Vibo in preda alle sterpaglie, nuova denuncia di Lo Bianco

«Sebbene – ammette Scuticchio – è vero che alcuni marciapiedi sono ancora coperti da erbacce, è anche vero che l’Amministrazione ha per la prima volta compiuto uno sforzo di programmazione. Come ha ricordato il coordinatore di FdI, infatti, a inizio giugno è stato pubblicato sul sito del Comune l’elenco delle strade e piazze da decespugliare con priorità. Elenco messo a punto dall’Ufficio Ambiente dopo aver ispezionato i siti segnalati dalla Polizia municipale, dai cittadini e dagli amministratori comunali. Il servizio di decespugliamento – chiarisce l’assessore – è partito nel mese scorso. Dal 6 giugno, poi, il gestore dei rifiuti, allo scopo di far fronte tempestivamente al programma dai noi indicato, ha organizzato una seconda squadra di operatori, cosicché ad oggi una viene impiegata a Vibo Valentia città e una nelle frazioni. Per cui contiamo di ridurre notevolmente i tempi del lavoro in questione».

Quindi l’ulteriore chiarimento: «le operazioni di decespugliamento saranno completate da quelle di diserbamento, oculatamente previste dal capitolato d’appalto del bando aggiudicato nel gennaio scorso. Dopodiché il problema dell’erba alta attorno ai marciapiedi non dovrebbe essere più tale. Chiediamo pazienza ai cittadini, fiduciosi della loro comprensione e certi di poter completare il nostro programma entro il prossimo mese».