Depurazione a Pizzo, il M5S fa il punto con Ferrara e Parentela

All’incontro pubblico prenderanno parte anche il già candidato sindaco Carmen Manduca e il tecnico ambientale Pino de Seta. La denuncia: «L’amministrazione continua a fare scarica-barile sul problema»

All’incontro pubblico prenderanno parte anche il già candidato sindaco Carmen Manduca e il tecnico ambientale Pino de Seta. La denuncia: «L’amministrazione continua a fare scarica-barile sul problema»

Informazione pubblicitaria
Un panorama di Pizzo

«Lo abbiamo ribadito più volte che dopo le elezioni amministrative, qualsiasi fosse stato il risultato, saremmo andati avanti per aprire un dialogo politico con tutti i cittadini, raccogliendo idee, proposte, collaborando alla rinascita del nostro paese. Oggi a Pizzo ci troviamo in una situazione paradossale e vergognosa dove chi dovrebbe agire in merito alla questione del mare sporco, cioè l’amministrazione comunale, fa “scarica-barile” o peggio ancora etichetta come “gufo” il cittadino che ha il coraggio di denunciare». 

Il M5S di Pizzo rilancia la sua presenza politica in città e torna in piazza ad un mese dal turno elettorale delle comunali, organizzando un appuntamento pubblico alla presenza dell’europarlamentare Laura Ferrara, del deputato Paolo Parentela, del tecnico ambientale Pino de Seta e di Carmen Manduca, consigliere comunale e già candidata a sindaco, uscita sconfitta dalle ultime consultazioni che hanno premiato l’uscente Gianluca Callipo. 

L’appuntamento è fissato per domani, sabato 8 luglio, nella “Piazzetta Padiglione” a partire dalle 21.30. Al centro dell’incontro proprio il tema della “depurazione e di come possiamo risolvere definitivamente questo problema”.

LEGGI ANCHE:

Scarichi abusivi e depurazione, la Procura di Vibo dispone controlli a tappeto sulla costa