Elezioni comunali, a Briatico si lavora alla formazione di tre liste

La città del mare chiamata alla svolta dopo un periodo economicamente e socialmente difficile. In campo tre nomi noti della politica vibonese
La città del mare chiamata alla svolta dopo un periodo economicamente e socialmente difficile. In campo tre nomi noti della politica vibonese
Informazione pubblicitaria
Comune di Briatico
Comune di Briatico

In vista delle elezioni amministrative, a Briatico si continua a lavorare sottotraccia. Tra qualche giorno scadranno i termini per la presentazione delle liste e, anche se non c’è ancora l’ufficialità, si profila una sfida a tre. La “città del mare”, al momento guidata da una terna commissariale, ha la necessità di risollevarsi da un periodo buio, economicamente e socialmente difficile. E chi indosserà la fascia tricolore dovrà, in ogni modo, riconquistare coi fatti la fiducia della comunità.

Si profilano, come detto, almeno tre diversi schieramenti chiamati al responso delle urne. In tutti, vi è la necessità di creare squadre composte da professionisti preparati, espressione migliore del territorio briaticese. Si parte con Lidio Vallone, medico in pensione, con un lungo passato nella politica. Tra gli incarichi ricoperti in passato, anche quello di assessore provinciale. Per anni è stato tra i protagonisti delle correnti di sinistra nel Vibonese e in Calabria.

C’è poi l’associazionismo, con Raffaele Riga. Il presidente dell’associazione Commercianti e liberi professionisti starebbe lavorando per presentare un progetto di cambiamento, con volti nuovi. Già vicecoordinatore provinciale della Lega, da anni si spende insieme al suo sodalizio, nella promozione della città del mare con eventi e iniziative green volte a strappare dal degrado, luoghi di straordinaria bellezza.

Ma non sarebbero i soli. Dalla frazione San Costantino, si starebbe preparando una terza proposta. In questo caso è sul nome del medico Costantino Massara – coordinatore di Fare con Tosi – che starebbero convergendo crescenti consensi. Bisognerà attendere solo qualche altro giorno, dopodiché nomi e programmi saranno finalmente resi noti.