Provincia “latitante” da 2 anni, il Comune di Stefanaconi chiede l’autorizzazione per ripulire la Sp 15

Interventi di decespugliamento e pulizia sono l’oggetto della richiesta che il sindaco Salvatore Solano ha inoltrato al presidente Andrea Niglia: «Li faremo a nostre spese»

Interventi di decespugliamento e pulizia sono l’oggetto della richiesta che il sindaco Salvatore Solano ha inoltrato al presidente Andrea Niglia: «Li faremo a nostre spese»

Informazione pubblicitaria
Lo stato della Sp n. 15 Vibo-Stefanaconi

«Premesso che, la strada Stefanaconi-Vibo (Sp n. 15) è di proprietà dell’Ente Provincia e, pertanto, tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sono a carico dello stesso. Considerato che, sul predetto tratto di strada non viene eseguito da oltre 2 anni alcun intervento di decespugliamento, di manutenzione stradale e di pulizia» il Comune di Stefanaconi chiede l’autorizzazione a «realizzare interventi a proprie spese».

Il succo della notizia è tutto qui. Provincia “latitante”; cittadini-automobilisti esasperati e preoccupati; Comune, stufo di aspettare un intervento dall’alto, che decide di rimboccarsi le maniche. Non è la prima volta che avviene in Provincia. Diversi i comuni, dall’entroterra alla costa, che hanno preso l’iniziativa di fronte all’assenza e alle carenze dell’Ente intermedio le cui sfortune sono ormai arcinote.

In questo caso, al sindaco di Stefanaconi Salvatore Solano, non è rimasto che «prendere atto dell’impossibilità economica dell’Ente provinciale per poter intervenire su tale tratto di strada» e quindi chiedere al presidente della Provincia Andrea Niglia, «previa sua autorizzazione o degli uffici preposti», di poter «realizzare interventi di decespugliamento a proprie spese, pur di garantire, per quanto possibile, maggiori condizioni di sicurezza per gli automobilisti».

Scendendo nel dettaglio «si vuol segnalare che, sul medesimo percorso stradale, appena al di fuori il centro abitato di Stefanaconi, vi è presenza di cadenti piante di fichi d’india, che spesso finendo sul manto stradale, creano anch’esse insidie per gli utenti. Quindi, si chiede, in deroga alle spettanti competenze dell’Ente provinciale, di poter eseguire i lavori oggetto della richiesta».

Vi è poi l’aspetto dell’abbandono selvaggio di rifiuti lungo la stessa strada. Fenomeno che, negli ultimi tempi, ha assunto proporzioni allarmanti (come possibile vedere dalla foto sotto). Specie in corrispondenza con l’imbocco della mai terminata Tangenziale est di Vibo Valentia. Come dire: una vergogna alla quale si somma altra vergogna. E su questo fronte anche la buona volontà del sindaco stefanaconese potrebbe rivelarsi insufficiente.