Comune di Zambrone, due i finanziamenti ottenuti dall’ente locale

La soddisfazione del sindaco Corrado L’Andolina per somme assegnate dal Ministero dell’Interno che permetteranno il rifacimento di tre strade e la riqualificazione di un’area adiacente alla scuola dell’infanzia di San Giovanni
La soddisfazione del sindaco Corrado L’Andolina per somme assegnate dal Ministero dell’Interno che permetteranno il rifacimento di tre strade e la riqualificazione di un’area adiacente alla scuola dell’infanzia di San Giovanni
Informazione pubblicitaria
Il Comune di Zambrone
Corrado L’Andolina

Il Ministero dell’Interno ha comunicato che è operativo lo scorrimento della graduatoria delle richieste di contributo presentate dai Comuni per alcune progettualità di rilievo nell’ambito della messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. Previsti, infatti, ulteriori 300 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021. Con la conversione in legge del decreto 104/2020, è operativo lo scorrimento della graduatoria dei progetti ammissibili per il 2020 presentati dagli enti locali per gli interventi in questione. A Zambrone verrà così assegnata la somma di 129.858,00 euro. Per le relative assegnazioni, con annessa graduatoria definitiva, il Ministero dell’Interno emanerà il proprio decreto entro il 30 novembre 2020. Le strade oggetto di progettazione saranno tre: strada di “Lemes” (frazione Daffinacello), “località Valli” (frazione San Giovanni), “Filosi-Braccio” (frazioni Daffinà-Daffinacello).

Con decreto n. 10621 dello scorso 21 ottobre, la Regione Calabria – Dipartimento Infrastrutture e Lavori Pubblici – ha assegnato al Comune di Zambrone la somma di 200 mila euro. Si trattadi un contributo finalizzato a riqualificare un’area adiacente all’edificio scolastico della scuola dell’infanzia di San Giovanni. Un’operazione importante che consentirà un intervento di riqualificazione di uno spazio pubblico di primaria importanza.

L’amministrazione comunale di Zambrone si è spesa per superare ogni ritardo e per programmare un piano di sviluppo coerente con un’idea di crescita organica e armonica. Il tutto con benefici effetti destinati a incidere positivamente sulla realtà comunale per anni e anni. “Nessuna compagine amministrativa ha mai ottenuto così tanti contributi dagli enti sovracomunali come quella in carica – ha dichiarato il sindaco Corrado L’Andolina -. I frutti della buona amministrazione solo in parte saranno visibili al termine di questo ciclo. Molte opere, come ad esempio il centro polisportivo da realizzarsi nella frazione di San Giovanni, grazie a un contributo del Ministero dell’Interno, vedranno la luce nell’arco di un paio di anni. E così il definitivo superamento di alcune criticità sui servizi essenziali, come quello idrico che ha avuto bisogno di termini congrui per la progettazione razionale e l’adempimento alle complesse procedure burocratiche. Ma di tutto ciò, prima del termine del suo mandato, l’amministrazione darà ampio ed esaustivo resoconto”.