domenica,Giugno 20 2021

Completamento nuovo Palazzo Giustizia a Vibo, incontro al Mit

La deputata vibonese dei Cinque Stelle Dalila Nesci ha partecipato all’importante incontro richiedendo l'apertura di un tavolo alla competente direzione generale del Ministero

Completamento nuovo Palazzo Giustizia a Vibo, incontro al Mit
Dalila Nesci (M5S)
Dalila Nesci

Al fine di sbloccare le economie residue e poterle utilizzare subito per la manutenzione straordinaria che si è resa necessaria per il completamento del Palazzo di Giustizia di Vibo Valentia di via Lacquari – grazie alle sinergie che abbiamo attivato col viceministro Cancelleri – si è svolto ieri l’incontro al MIT cui ho partecipato insieme a Daniele Piccione, capo dell’ufficio di segreteria della Commissione antimafia, ed Alberto Stancanelli, capo di gabinetto della ministra De Micheli”. E’ quanto dichiara la deputata del Movimento Cinque Stelle Dalila Nesci.
Il complesso giudiziario, ubicato su un’area estesa per circa 16 mila metri quadri, è costituito da cinque corpi di fabbrica indipendenti per un totale di ben novemila mq calpestabili, sviluppati fino a quattro piani fuori terra ed un piano seminterrato di circa mq 4500 destinato ad archivi e parcheggi.

Come abbiamo appurato il 20 ottobre scorso in sede di missione della Commissione parlamentare antimafia – che ho fortemente voluto, dichiara Dalila Nesci – non sarà infatti possibile terminare i lavori del III lotto fintanto che non si porrà rimedio alle numerose infiltrazioni d’acqua nelle parti afferenti ai precedenti lotti. Su sollecitazione del procuratore Falvo, mi sono occupata direttamente della questione, ricostruendo tutti i passaggi burocratici del caso e richiedendo l’apertura di un tavolo alla competente Direzione generale del Mit cui ha partecipato, in precedenza, anche il sindaca Limardo. L’auspicio è che il nuovo Palazzo di Giustizia di Vibo Valentia, una volta completato, possa avere anche un’aula bunker in grado di ospitare alcune fasi del maxi-processo Rinascita-Scott. L’incontro di ieri è un passo fondamentale per completare presto questa imponente opera, rimasta incompiuta da oltre trent’anni”.

top