Castelli e Tucci (M5S): «Comune di Vibo beneficiario del fondo per gli enti in difficoltà»

Non si conosce ancora l’entità delle risorse che arriveranno in città grazie ad un emendamento inserito direttamente nel testo base della legge di Bilancio
Non si conosce ancora l’entità delle risorse che arriveranno in città grazie ad un emendamento inserito direttamente nel testo base della legge di Bilancio
Informazione pubblicitaria
Riccardo Tucci

Si intravedono nuovi spiragli di luce per i disastrati conti del Comune di Vibo Valentia. Grazie a un emendamento inserito direttamente nel testo base della legge di Bilancio, voluto fortemente dal deputato Riccardo Tucci, la città di Vibo Valentia è stata inserita nella platea dei Comuni che potrà beneficiare della ripartizione dei fondi destinati agli enti in difficoltà finanziarie, imputabili alle condizioni socio economiche del territorio”.

Lo annunciano, in una nota, il viceministro al Mef Laura Castelli e lo stesso portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati Riccardo Tucci, che sottolineano: Il primo comma dell’articolo 142 della legge, nel prevedere la costituzione di un fondo con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2021 e di 50 milioni di euro per l’anno 2022, conferma la necessità di rispondere alle sollecitazioni pervenute dalla Corte costituzionale con la sentenza n. 115 del 2020 per assicurare il risanamento finanziario dei Comuni in deficit strutturale (per situazioni di deficit oggettive, economiche e sociali), finalità queste considerate nell’articolo 53 del decreto-legge n. 104 del 2020.

Tra i parametri presi in considerazione per aver accesso ai fondi – continua la nota – vi è l’indice di vulnerabilità sociale e materiale (Ivsm) che per Vibo è pari a 101,9, oltre il valore medio nazionale e la relativa capacità fiscale pro capite inferiore a 495 (377 a Vibo). Le modalità di assegnazione tengono conto dell’importo pro capite della quota da ripianare, calcolato sulla popolazione residente al primo gennaio 2020 e del peso della quota da ripianare sulle entrate correnti. Non si conosce ancora l’entità delle risorse che arriveranno in città, di certo c’è che rappresentano una boccata di ossigeno in un periodo di difficoltà economica come quello che stiamo vivendo, aggravato dai colpi della pandemia da Covid. Bisignano, Sellia Marina e Montalto Uffugo sono gli altri Comuni calabresi che – concludono Castelli e Tucci – presentando caratteristiche simili a quelle di Vibo, beneficeranno degli aiuti di Stato”.