Comune Vibo, nasce lo “Sportello telematico polifunzionale”

Operativo dal prossimo gennaio consentirà di inoltrare pratiche attraverso procedure interamente digitali e senza l’utilizzo dei moduli cartacei. L’assessore Riga: «Puntiamo a snellire i tempi di attesa e a migliorare i servizi»

Operativo dal prossimo gennaio consentirà di inoltrare pratiche attraverso procedure interamente digitali e senza l’utilizzo dei moduli cartacei. L’assessore Riga: «Puntiamo a snellire i tempi di attesa e a migliorare i servizi»

Informazione pubblicitaria

«Il nuovo anno porterà a tutti i cittadini del Comune di Vibo Valentia un’importante novità: “Lo sportello telematico polifunzionale” per presentare in modo guidato e digitale le tue pratiche, comodamente da casa o dall’ufficio, in qualunque momento».

Ad affermarlo in una nota è l’assessore comunale all’Innovazione tecnologica del Comune di Vibo Valentia, Silvia Riga. «Basta carta e burocrazia: lo sportello telematico polifunzionale è lo strumento adatto a un’amministrazione semplice, digitale e moderna perché rispetta i principi di semplificazione, accessibilità e trasparenza amministrativa».

Il piano di informatizzazione prevede che il Comune attivi per i cittadini, le imprese e i professionisti delle procedure digitali per consentire di: compilare in modo guidato qualunque istanza online; completare la procedura direttamente da internet; conoscere tutte le informazioni sulla propria pratica e i termini di conclusione del procedimento. La pratica presentata online attraverso lo sportello telematico, informa il Comune, è completamente sostitutiva di quella in formato cartaceo: questo è possibile poiché il sistema rispetta quanto previsto dal Codice dell’Amministrazione digitale.

«L’attivazione dello sportello telematico polifunzionale – ha dichiarato ancora Silvia Lara Riga – permetterà al Comune di Vibo Valentia di raggiungere rapidamente importanti risultati, in termini di semplificazione dell’interazione tra i cittadini, professionisti e imprese e la pubblica amministrazione, riduzione dei tempi di attesa da parte del cittadino, snellimento delle modalità operative interne agli uffici, eliminazione dei documenti cartacei. All’interno dello sportello telematico polifunzionale un ruolo centrale lo avrà anche la realizzazione del sistema informativo geografico per la gestione del territorio e dell’edilizia privata: i professionisti potranno infatti presentare qualunque pratica in modalità digitale ed essere costantemente aggiornati sul suo iter. Con questo processo di digitalizzazione – ha concluso l’assessore – si vogliono snellire i tempi di attesa e limitare il peso degli adempimenti amministrativi, base importante per il supporto alle politiche di sviluppo attivate e l’incremento del livello di efficienza dei servizi erogati».