Sottopasso ferroviario e Pennello, Russo (Pd): «A Vibo Marina cantieri fermi e problemi irrisolti» (FOTO)

Affondo del capogruppo in consiglio comunale contro l’amministrazione comunale sui «gravissimi ritardi nell’esecuzione dei lavori pubblici che in alcuni casi potrebbe portare al definanziamento degli stessi» 

Affondo del capogruppo in consiglio comunale contro l’amministrazione comunale sui «gravissimi ritardi nell’esecuzione dei lavori pubblici che in alcuni casi potrebbe portare al definanziamento degli stessi» 

Informazione pubblicitaria
Il cantiere del sottopasso ferroviario di Vibo Marina
Informazione pubblicitaria

«Nessuno sembra accorgersene ma a Vibo Valentia, diversi cantieri sono chiusi da ormai parecchi anni, altri non sono mai stati aperti, altri ancora a lavori quasi ultimati presentano già evidenti problemi dovuti probabilmente alla non perfetta realizzazione delle opere previste (vedi lavori al Cancello rosso). Forti, fortissimi ritardi che, a quanto pare, come nel caso dei lavori in Località Cofino, comporterebbero anche probabili definanziamenti parziali degli importi ottenuti. In particolare, è la frazione di Vibo Marina a pagare più di altre parti della nostra città la superficialità con cui ci si occupa di opere strategiche per la crescita del nostro territorio».

Informazione pubblicitaria

A riferirlo in un comunicato stampa è il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale a Vibo Giovanni Russo che, allegando ampia documentazione fotografica, informa di essersi recato personalmente «nella più importante frazione della nostra città per fare un sopralluogo e rendermi conto dello stallo totale riguardante le due opere più importanti».

Il riferimento è al sottopassaggio ferroviario e ai lavori di riqualificazione del rione Pennello. Nel primo caso, spiega Russo, «nonostante recenti e meno recenti annunci da parte dell’assessore ai lavori pubblici, il cantiere del sottopasso rimane chiuso ormai da anni. Pare, e spero non sia così, che ci siano addirittura errori sul deposito delle opere al Genio civile. Infatti a fronte di un opera che il DM 2008 cataloga  quale Categoria IV, il deposito sia stato fatto in maniera errato. Nessuno, e dico nessuno si è accorto di tale eventuale errore macroscopico, nemmeno in fase di validazione del progetto. Errori, ritardi che a questo punto metterebbero a serio pericolo il finanziamento per la realizzazione dell’opera».

Quindi la situazione del Pennello. «Lavori mai partiti, annunciati anche questi in pompa magna dall’assessore ma ad oggi nessun cantiere è stato aperto. Tra l’altro, dica l’assessore che, qualora i lavori dovessero partire sarebbero realizzati, al momento solo opere per il 37% del progetto iniziale. Come già fatto in commissione lavori pubblici, chiedo pubblicamente che l’assessore Lombardo e il sindaco Costa dicano quale sia la verità sui motivi per cui ad oggi il sottopasso rimane un cantiere chiuso che provoca diversi disagi alla cittadinanza di Vibo Marina, e sul perché, nonostante le rassicurazioni date in un’assemblea pubblica tenutasi questa estate nel piazzale Capannina e, nonostante i molteplici  annunci a mezzo stampa sull’imminente apertura del cantiere, i lavori di riqualificazione del Pennello ad oggi non sono iniziati».

Per Russo «da una persona come Lorenzo Lombardo ci si aspettava una maggiore attenzione per la frazione di sua provenienza. Faccia una volta per tutte un’operazione verità e non cerchi anche questa volta di scaricare le sue evidenti responsabilità politiche e amministrative su altri. Sono certo che con la stessa onestà intellettuale sempre dimostrata dirà come realmente stanno le cose».

LEGGI ANCHE:

Vibo Marina, revocato il bando per il Piano di rigenerazione del quartiere Pennello (VIDEO)