giovedì,Agosto 5 2021

Maierato esclusa dai finanziamenti, l’opposizione: «I cittadini meritano competenza»

Consiglieri di minoranza all’attacco dell’Amministrazione per il mancato inserimento del Comune tra i beneficiari dei fondi per la messa in sicurezza di edifici e territorio

Maierato esclusa dai finanziamenti, l’opposizione: «I cittadini meritano competenza»

«Purtroppo, anche questa volta, ci vediamo costretti, nostro malgrado, a dover informare la popolazione di Maierato dell’ultima occasione mancata per il nostro territorio. Stiamo parlando dell’ennesimo finanziamento perso di 900mila euro. Sì, avete letto bene… 900mila euro. Si trattava di un finanziamento per la messa in sicurezza di edifici e territorio, riferibile a strade, ponti, viadotti, edifici e rischio idrogeologico». A riferirlo in un comunicato stampa è il gruppo consiliare d’opposizione “Maierato in Movimento”.

«Per intenderci – proseguono gli esponenti della minoranza -, i Comuni limitrofi al nostro hanno ottenuto: Filogaso (985mila euro); Sant’Onofrio (950mila euro); FrancavillaAngitola (700mila euro); MonterossoCalabro (1 milione di euro); Polia (400mila euro); Pizzo (2 milioni 500mila euro). Volete sapere per quale motivo il Comune di Maierato è stato escluso? Non ha inviato il Bdap: il documento di controllo e monitoraggio del bilancio».

Maierato in movimento segnala come il dato emerga «nero su bianco, a pagina 140 dell’allegato 1 del decreto interministeriale 23 febbraio 2021 che determina quali sono i Comuni a cui spetta il contributo previsto dalla legge numero 145 del 2018. Come consiglieri d’opposizione chiederemo risposte al primo Consiglio comunale utile. Forse, sarebbe il caso che i consiglieri di maggioranza, sindaco in testa, iniziassero a svolgere il ruolo per cui sono stati eletti vigilando, in particolare, sulle attività svolte all’interno degli uffici di cui sono responsabili, piuttosto che cimentarsi a bordo dei mezzi comunali (come abbiamo avuto modo di vedere nei giorni passati) intenti a operare sulle strade in cui essi stessi risiedono. I cittadini di Maierato – affermano in conclusione i consiglieri d’opposizione – meritano competenza nel gestire la cosa pubblica e non becera manovalanza che esula dal ruolo di amministratori».

Articoli correlati

top