lunedì,Aprile 19 2021

Mileto, due milioni e mezzo di euro per la realizzazione di opere pubbliche

I dettagli dei progetti, finanziati dal Ministero dell’Interno, illustrati a palazzo dei normanni. Il sindaco Giordano: «Svolta epocale per il territorio»

Mileto, due milioni e mezzo di euro per la realizzazione di opere pubbliche

Un bel “malloppo” da utilizzare per portare a termine un cambiamento epocale. Il cui ottenimento non era per nulla facile, anche se altri Comuni sono riusciti ad attingere allo stesso finanziamento. Bastava un nulla, infatti, per sbagliare e rimanere fuori dalla “partita”. Questi alcuni concetti che ha cercato di trasmettere il sindaco di Mileto Salvatore Fortunato Giordano, nel corso della conferenza stampa tesa ad illustrare i contributi ottenuti dal Comune per la realizzazione nell’anno in corso di opere pubbliche per la messa in sicurezza di edifici e del territorio.

Alcune fasi della conferenza stampa

Quattro i progetti finanziati a favore di questa comunità dal Ministero dell’Interno, per un totale di circa due milioni e mezzo di euro. Il massimo che si poteva ottenere, «facendo attenzione all’equa distribuzione su tutto il territorio comunale e a dare una soluzione definitiva ad un settore viabilità disastrato. Il primo di questi finanziamenti – ha sottolineato nel corso dell’incontro il primo cittadino di Mileto, affiancato dal vicesindaco Domenico Pontoriero, dagli assessori Fortunato Zoccoli e Rosa Alba Gangemi e dai consiglieri di maggioranza Francesco Ciccone, Fortunata Dimasi, Antonio Direnzo e Pasquale Luccisano – per un valore di 700mila euro ci permetterà di rimodernare e mettere in sicurezza le strade delle località “Vindacitu” e “Coltura” e del centro abitato di Calabrò. I 600mila euro del secondo progetto, invece, saranno destinati al completamento del tratto della Mileto-Filandari ricadente sul nostro territorio e della bretella che collega Paravati alla Statale 18. [Continua dopo la pubblicità]

Altri 525mila euro – ha aggiunto – sono stati erogati per la messa in sicurezza e ammodernamento del campo sportivo e per il recupero definitivo dell’area che ospitava l’ex ospedale civile, in modo da dare degna memoria alle vittime della strage di Carasace avvenuta nel corso della seconda guerra mondiale. In ultimo, infine, 600mila euro saranno destinati alla messa in sicurezza delle strade del centro urbano delle frazioni Comparni e San Giovanni».

Snocciolati numeri e particolari dei vari progetti finanziati, il sindaco ha poi evidenziato il momento determinante dell’attività amministrativa e l’impegno costante della maggioranza, «che sta permettendo di ottenere risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Stiamo mantenendo le promesse fatte in campagna elettorale – ha proseguito – siamo soddisfatti ma non ci fermeremo qua. Porremo particolare attenzione alle fasi di spesa, progettazione e conclusione dei lavori, in modo da dare concretezza alla svolta epocale rispetto al passato e al cambiamento tanto auspicato. Cercheremo di utilizzare al meglio anche il milione e mezzo di euro dell’anno precedente, ancora a nostra disposizione. E, in questo caso, a breve partiranno i lavori per l’ammodernamento della via-tangenziale Nicola Lombardi a Mileto e per le opere di urbanizzazione di località “Santa Venere” a Paravati, attese da decenni».
In conclusione Giordano ha fatto l’elenco dei progetti in itinere, a partire dalla ristrutturazione del Palatenda di Paravati, dall’ulteriore approvvigionamento energetico e dall’illuminazione del tratto della Statale 18 che collega Mileto a Paravati, dall’eventuale ottenimento dell’ex Ufficio imposte, da parte del Demanio, e dall’eventuale acquisizione dell’ex seminario diocesano. Per quanto riguarda il Piano strutturale comunale, invece, «si attende il resoconto e l’ok della Regione per approvarlo definitivamente».   

LEGGI ANCHE: Mileto, località “Vindacitu” invasa dai rifiuti

Mileto, raid criminale nel cantiere dell’isola ecologica

Il Santuario inesistente e la miopia dell’Anas: la storia di Mileto merita di più

Articoli correlati

top