lunedì,Aprile 19 2021

“Cambiamo con Toti” entra alla Provincia di Vibo, costituito il gruppo consiliare

I consiglieri Mangiardi e Corigliano, vicini all’ex presidente De Nisi, aderiscono al partito del governatore della Liguria con soddisfazione dei vertici e con un occhio alle prossime elezioni regionali

“Cambiamo con Toti” entra alla Provincia di Vibo, costituito il gruppo consiliare
Una seduta del Consiglio provinciale

Cambiamo con Toti”, movimento che fa capo al presidente della Regione Liguria e che ha, in Calabria, l’ex senatore FrancescoBevilacqua il suo coordinatore regionale, fa ufficialmente il suo ingresso in Consiglio provinciale a Vibo. Ad aderire al partito e a costituire il relativo gruppo consiliare in seno all’assise guidata dal presidente Solano, sono i consiglieri CarmineMangiardi e AntonelloCorigliano, entrambi eletti in Provincia nella lista “Civilmente impegnati”, espressione, tra gli altri, dell’ex presidente della Provincia FrancescoDeNisi, da tempo posizionatosi nel centrodestra.  

Soddisfazione viene espressa dai vertici del partito, non solo regionali. «Salutiamo le nuove adesioni – commenta il senatore Gaetano Quagliariello, responsabile enti locali – come prova di vitalità e iniziativa politica, in un momento così particolare per la Calabria e per il Mezzogiorno. Il Sud potrà uscire da questa emergenza con una definitiva crisi o cogliendo nuove opportunità di rilancio, e la politica del buon senso è chiamata a giocare un ruolo determinante». Il responsabile organizzazione di “Cambiamo con Toti”, Adriano Palozzi, giudica l’adesione dei consiglieri provinciali di Vibo Valentia «un’ulteriore dimostrazione di capacità di radicamento e attenzione al territorio. In un periodo nel quale la politica non sempre ha dato buona prova di sé, una dimostrazione di serietà e concretezza attrattiva di nuove energie». Compiacimento viene espresso anche dal coordinatore regionale di “Cambiamo con Toti”, Francesco Bevilacqua, «impegnato nella costruzione della lista per le elezioni regionali». Un riferimento che, in tale contesto, prelude ad una possibile candidatura di De Nisi sotto le insegne del movimento.  

Articoli correlati

top